Bt compra I.net, Sawiris vuole Tiscali

Software
0 0 Non ci sono commenti

Le due aziende italiane nel mirino del colosso britannico e del miliardario
egiziano

British Telecom ha acquistato il 13,5% delle azioni di I.net che erano di proprietà di Etnoteam, società recentemente acquisita da Value Partners tramite la controllata Value Team.

Ora British Telecom, che ha pagato le azioni 52,3 euro ciascuna, controlla il 50,817% di I.nete si appresta lanciare un’Offerta pubblica di acquisto (Opa) sul totale delle azioni della società italiana al fine di ritirarla dalla quotazione presso la Borsa di Milano; il lancio dell’Opa è previsto entro la metà di marzo.

Nel frattempo il miliardario egiziano Naguib Sawiris, che già controlla in Italia Wind e che ha da poco raggiunto un accordo per l’acquisizione di Tim Hellas per un valore complessivo pari a 3,4 miliardi di euro, compresi 2,9 miliardi di euro di debiti accumulati dal terzo operatore di telefonia mobile in Grecia, ha fatto sapere di essere interessato agli asset di Tiscali. Messaggio che Sawiris aveva già reso pubblico in passato e che ora rinnova attendendosi evidentemente una reazione da parte della società di Cagliari.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore