Atos Origin Italia potrebbe passare a Engineering

Software
0 0 Non ci sono commenti

La trattativa è in corso, secondo quanto ammesso dalle parti in causa. Ma
sulle cifre in gioco c’è il massimo riserbo.

Confermando voci e illazioni emerse negli ultimi giorni, Engineering ha confermato l’interessamento per l’acquisizione degli asset italiani di Atos Origin. La trattativa è in corso, ma non ci sono informazioni specifiche sulle cifre in discussione. La soluzione che appare più probabile è il passaggio delle attività nazionali di Atos Origin a Engineering, in cambio dell’ingresso del gruppo franco-olandese nel capitale dell’azienda italiana. Non è chiaro quali attività siano realmente oggetto delle negoziazioni, ma secondo alcune stime, riportate dall’agenzia Reuters, si parla di un valore fra i 120 e i 200 milioni di euro.

Atos Origin è una realtà di primo piano a livello europeo nel settore dei servizi informatici. Nel primo semestre del 2007, il gruppo ha raggiunto un giro d’affari di 2,89 miliardi di euro. L’Italia appartiene alla regione Emea, che, nel periodo considerato, ha fatturato 523 milioni di euro. Tutta l’azienda ha subito i contraccolpi di una riduzione dei margini, passati dal 4,9 al 4,1% solo nell’ultimo periodo. Nei mesi scorsi è stata avviata un’opera di ristrutturazione, che ha coinvolto pesantemente proprio l’Italia, una delle aree di maggior sofferenza per il gruppo. Engineering ha da poco annunciato di aver fatturato 217,5 milioni di euro nel primo semestre del 2007, mentre l’obiettivo di chiusura di fine anno si colloca fra i 450 e i 470 milioni di euro.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore