Un laboratorio per Windows Vista

Sicurezza
0 0 Non ci sono commenti

Reply, Microsoft e Intel hanno realizzato una struttura di demo e test a
supporto delle aziende che vogliono passare a Vista

In prospettiva del rilascio di Microsoft Vista la comunità dei partner di Microsoft si è attivata per essere in grado di offrire supporto al plotone degli early adopter. Tra questi partner Reply in particolare si è mosso con grande anticipo così da trovarsi, al momento del rilascio del prodotto, non solo con le competenze necessarie ma addirittura con un ben attrezzato laboratorio destinato a supportare, e non solo teoricamente, i clienti in fase di migrazione.

?Non si tratta di una mera vetrina di Vista ? sottolinea Gianluca Di Stefano, amministratore delegato di Sysproject Reply, la società del gruppo focalizzata sulle infrastrutture Microsoft.- Nel nostro Vista Lab, che abbiamo realizzato in collaborazione con Microsoft e Intel, i clienti possono venire a testare le loro soluzioni e risolvere con il nostro aiuto i loro problemi. Il laboratorio, poi, è anche un ambiente demo personalizzabile dove si potranno verificare le prestazioni di Vista sulle 4 dimensioni della ottimizzazione dell’infrastruttura, della facilità di reperimento delle informazioni e perciò della produttività, della sicurezza e della mobilità?.
Tra le aziende che hanno utilizzato i servizi di Sysproject Reply nel corso del programma Microsoft di installazioni pre-annuncio chiamata Tap (Technical Adoption Program) troviamo Intesa San Paolo e Seat Pagine Gialle: entrambe hanno iniziato nei primi mesi dello scorso anno ed ora si ritrovano con un centinaio di postazioni funzionanti. ?Siamo a buon punto nel processo di ottimizzazione della nostra infrastruttura che era l’obiettivo principale che ci eravamo posti aderendo al Tap ? dichiara Gianfranco Ardissono, Chief Technology Officer di Seat Pagine Gialle. ? Ora abbiamo una rete interna molto sicura, un sistema efficiente di identity management basato sull’impiego delle Active Directory, abbiamo implementato funzionalità di disaster recovery e sono stati implementati progetti di videoconfernza ed e-learning, basati sul calendario di Exchange 2007. Con la completa implementazione di Vista realizzeremo anche il pieno controllo dei desktop?. Ciò grazie all’impiego di pc con la nuova piattaforma Intel che fornisce la possibilità di controllo remoto dei pc anche quando sono spenti, cosa che contribuisce in modo sostanziale ad ottenere un ridotto costo di gestione.
Anche Intesa San Paolo ha verificato che effettivamente Vista offre una maggior sicurezza ma, commenta Simona Bastianello della direzione Sistemi informativi del gruppo: ?Le cose che sono piaciute di più ai primi utilizzatori di Vista sono state la grafica e la funzione di search, che ha finalmente risolto un problema che ci affliggeva da tempo -. ? Positivamente valutato anche Office 2007, sia per la nuova interfaccia che per le ridotte dimensioni dei file?. Alla data Intesa San Paolo ha già certificato la compatibilità con Vista di oltre 100 applicazioni utilizzate in azienda.
Luciano Barelli

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore