Stonesoft, virtualizzazione e sicurezza

Data storageMobilitySicurezza
0 0 Non ci sono commenti

La società finlandese si impegna a proteggere l’ambiente Vmware assicurando la business continuity

L’occasione di Vmworld Europe 2008 ha spinto molti fornitori di soluzioni di sicurezza IT a rinnovare e a stipulare nuovi legami con la virtualizzazione secondo Vmware. Anche la finlandese Stonesoft ha aderito al Technology Alliance Partner Program di Vmware. I prodotti di sicurezza fisica della linea Stonegate ( Firewall/Vpn e sistemi di intrusion prevention) potranno adattarsi ai nuovi ambienti virtuali puntando sulla maggiore facilità delle soluzioni software ad adattarsi rispetto alle appliance fisiche. In più in Stonesoft si è puntato sulla capacità di gestire la sicurezza sia di ambienti fisici che virtuali anche attraverso policy di sicurezza coerenti. Nuove macchine virtuali possono essere facilmente create e quelle obsolete o ridondanti distrutte. Grandi organizzazioni e fornitori di servizi gestiti devono farsi carico di diversi gruppi di utenti e tramite la virtualizzazione sono in grado di servirli da pochi server fisici in rete il cui traffico può essere protetto dalle soluzioni di Stonesoft.

La società ha realizzato una soluzione di sicurezza per gli ambienti virtuali Vmware con una prima appliance virtuale della serie Stonegate che fa da firewall e gestisce reti private virtuali sia in reti fisiche che virtuali. Come spiega un comunicato di Stonesoft, un’appliance virtuale Stonegate funziona come un normale firewall e protegge i server che popolano la rete virtuale prevenendo attacchi dall‘esterno e proteggendo la sicurezza della comunicazione dati creando una Vpn. Inoltre le appliance virtuali possono essere installate in ogni punto delle reti virtuali proteggendo il traffico tra i diversi server che sono stati oggetto di operazioni di consolidamento tramite virtualizzazione. Su tutto il traffico vigila Stonegate Management Center che assicura la messa in atto delle policy di sicurezza in ambito fisico e virtuale. Più in là nel corso di quest’anno alla appliance si aggiungerà una soluzione virtuale di intrusion prevention.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore