Seconda versione per Data Protection Manager di Microsoft

Sicurezza
0 0 Non ci sono commenti

Aggiornato il software per il backup dei dati, una soluzione relativamente
economica rispetto alle capacità.

È ufficialmente disponibile la versione Rtm (Release to Manufacturer) di System Center Data Protection Manager 2007 (Dpm 2007), soluzione di backup dei dati di Microsoft. Si tratta della seconda versione di un prodotto che si propone di far concorrenza a Back Up Exec di Symantec/Veritas sul mercato delle imprese di dimensione media, anche se ufficialmente viene presentato come adatto a ogni realtà.

Tra i punti di forza della nuova applicazione, troviamo il backup continuo (o quasi) delle applicazioni Windows e dei dati su dispositivi a disco o a nastro. Il software promette fino a 512 snapshot completi per settimana, ma può realizzare backup incrementali ogni 15 minuti.

Dpm 2007 possiede funzioni di reduplicazione per economizzare lo spazio di storage e per trasferire automaticamente i dati da un disco a un altro, poi eventualmente a un nastro, a seconda delle necessità di utilizzo. Un wizard permette di regolare tutti i parametri e segnala se lo spazio di memorizzazione diviene insufficiente. Secondo alcuni beta tester, c’è ancora qualche componente che va messa a punto, ad esempio la policy di restore dei dati. Allo stesso modo, occorrerà attendere la prossima versione per ottenere un dato preciso all’inserimento di una parola-chiave.

Data Protection Manager 2007 sarà disponibile a partire da 500 dollari per licenza server, prezzo al quale occorrerà aggiungere 426 dollari per agente da installare sui server applicativi da proteggere oppure 155 dollari per un agente standard di recupero dei dati.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore