Rack server meglio dei blade

Sicurezza
0 0 Non ci sono commenti

Secondo Dell le macchine configurate in rack sono più efficienti e fanno
risparmiare più energia. Il futuro della virtualizzazione girerà su motori
quadriprocessori.

La competizione tra i vendor si combatte sul campo dei data center e le strategie sono decisamente combattive. Dell, infatti, ha caricato il lancio di due nuovi prodotti server rack motorizzati Opteron, con alcune dichiarazioni alquanto mirate. Secondo la società, infatti, malgrado Hp e Ibm proclamino che i loro utenti stiano buttando qualsiasi altra soluzione puntando a un consolidamento del centro It basato esclusivamente su server blade, in realtà gli operatori dei data center utilizzando i server rack Dell basati su multiprocessori possono risparmiare oltre il 38% di energia, migliorando l’output di un 15% rispetto all’utilizzo delle soluzioni blade dei due competitor.

I due modelli di riferimento sono i nuovi server Dell PowerEdge 2970 e PowerEdge Energy Smart 2970, entrambi caratterizzati da una configurazione dinamica di power management firmata Amd che li rende capaci di raddoppiare le prestazioni per watt offerte dai precedenti modelli Dell. Le affermazioni cannibalizzerebbero l’offerta a catalogo di server blade marchiati Dell ma il portavoce, spiegando la nuova strategia aziendale, sottolinea che mettere al primo posto l’offerta di server rack a uno o a due armadi, con un motore biprocessore o quadiprocessore, fa parte di una scelta precisa.

Idc dà un’interpretazione che giustifica la mossa: Dell, infatti, starebbe pensando a tutti quegli utenti che avendo già in casa una pluralità di server rack preferiscono salvaguardare gli investimenti scegliendo di non rimpiazzare le macchine puntando piuttosto a una motorizzazione più spinta. Eppure gli analisti sono piuttosto scettici riguardo al fatto che sarà la qualità del processore Dell a far decidere i consumatori, rispetto a un’offerta equivalente di Hp e Ibm. Per questo i ricercatori suggeriscono alla società di puntare sulle macchine di fascia più alta, quadriprocessori e dual socket.

I più informati ritengono che Dell, in realtà, stia pensando di battere la strada della virtualizzazione, dove i server rack risultano essere più performanti della loro controparte blade; non a caso, negli ultimi cinque anni la società ha supportato 600 grandi utenti aiutandoli a mettere a punto soluzioni di virtualizzazione nei loro data center. Il consiglio di Idc di puntare ai modelli quadriprocessori ha dunque un valore in prospettiva: oggi la domanda è ancora bassa perché la maggior parte delle applicazioni esistenti non sono state scritte per supportare tecnologie quadcore ma a breve anche questo scoglio sarà superato e Dell potrà giocare le sue carte.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore