Primi server con UltraSparc T2 per Sun

Sicurezza
0 0 Non ci sono commenti

Il costruttore integra il processore Niagara 2 a otto core in tre modelli ad
alta densità di potenza.

Annunciato poco più di un anno fa, il processore UltraSparc T2 fa oggi la propria comparsa sui primi server della gamma Sun. Il costruttore, infatti, ha appena rilasciato tre nuovi modelli dedicati alle applicazioni mission critical delle aziende ed equipaggiati con la nuova generazione dei chip Niagara, dotati di otto core e capaci di gestire fino a 64 file d’esecuzione in parallelo (contro i 32 della precedente generazione T1).

I primi due server, gli Sparc Enterprise T5120 e T5220, sono rispettivamente server rack 1 e 2U, con un prezzo collocato fra i 10 e 11mila euro. Le due macchine integrano rispettivamente fino a quattro e otto dischi interni, ossia due volte di più rispetto ai loro predecessori, ovvero i Sun Fire T1000 e T2000. Il costruttore vorrebbe raddoppiare ancora questa capacità nei prossimi anni. Per raggiungere questa densità, si è fatto leva sul concetto di system-on-a-chip proprio dei nuovi UltraSparc T2, che porta a integrare nel chip non solo la Cpu, ma anche altre componenti, come otto unità di calcolo dedicate alla cifratura, due moduli d’interfaccia Ethernet 10 Gbit/s che possono essere virtualizzati e otto canali Pci Express. I due modelli, che possono disporre di 64 Gb di Ram (contro i 32 dei predecessori) consumano dai 400 ai 600 watt a seconda delle configurazioni e delle applicazioni.

Il terzo server, battezzato Sun Blade 6320, è un sistema ?a lame? destinato a prendere posto negli chassis Sun Blade 6000, per un prezzo di circa 7.150 euro. Le macchine appena annunciate si aggiungono alle prima con architettura x86, presentate a fine settembre e basate sui chip Intel Xeon quad core.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore