Office PerformancePoint Server 2007 amplia l’orizzonte di Microsoft

Sicurezza
0 0 Non ci sono commenti

Con la nuova suite, la casa di Redmond fa il primo serio ingresso nel mercato
del software per il performance management.

Costruito per girare sulla business intelligence di Sql Server 2005 e sull’infrastruttura desktop di Office 2003 e 2007, Office PerformancePoint Server 2007 intende essere il cavallo di battaglia di Microsoft nella gestione delle performance. Spiegando il prodotto, il portavoce aziendale ha sottolineato la continuità di uno sviluppo che contraddistingue una piattaforma di Bi altamente scalabile e corredata di strumenti facili da utilizzare, oggi integrata ad applicazioni di performance management a supporto degli operatori del business.

Semplicità in termini di implementazione e di utilizzo, anche grazie a un’interfaccia Office based, Office PerformancePoint Server 2007 viene proposto al costo di 20mila dollari per server con una Cal (client access license) di 195 dollari. Un prezzo aggressivo, se comparato con competitor del calibro di Cognos, Hyperion Solutions (ora parte di Oracle) e Business Objects. La soluzione conferma la road map iniziata nell’aprile del 2006 con l’acquisto di Proclarity e l’annuncio di PerformancePoint.

L’applicazione aiuta le aziende a pianificare, monitorare e analizzare le performance di business utilizzando Kpi e metriche gestite mediante cruscotti e scorecard grafici. Mentre la pianificazione, il budgeting, la consolidation e le capacità predittive sono nuove funzionalità, il software non è interamente sviluppata su codici di ultima generazione in quanto incorpora pregressi tool come Microsoft Business Scorecard Manager o quelli di analisi e di visualizzaizone mutuati da ProClarity. Tant’è che esistono accordi di manutenzione per i vecchi utenti che potranno così migrare a Performance Point. Microsoft, che ha dichiarato di aver formato oltre 1000 partner sulla nuova piattaforma, punta a farla pervenire al canale entro la prossima settimana e, secondo i dati, conta oltre 10mila aziende che hanno partecipato alla Community Technology Previews (Ctps).

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore