NetIq debutta nell’automazione dei processi It

Sicurezza
0 0 Non ci sono commenti

Oltre alla piattaforma Aegis, altre novità interessano la business unit di Attachmate. Nuovi partner in Italia.

Numerose novità stanno caratterizzando l’evoluzione di NetIq, specialista di system e security management ormai divenuta business unit di Attachmate. L’evoluzione più recente riguarda l’introduzione di un software che dovrebbe aiutare gli It manager aziendali ad automatizzare i processi legati alle operazioni di rete e sicurezza, oltre che alla gestione delle prestazioni sulle applicazioni distribuite.

Aegis (nome greco che evoca lo scudo di Zeus) è una piattaforma indipendente, sviluppata internamente nel corso degli ultimi anni, che si prefigge di modellare, misurare e potenziare l’efficienza delle operazioni It, automatizzando processi vati, come quelli basati su Itil. Il software comprende tre componenti principali, ovvero un programma di riconciliazione/integrazione, una tecnologia di workflow e tool per l’interfaccia-utente e presentation. Può essere installato su un server dedicato o distribuito su differenti server per ottenere scalabilità. Una serie di adattatori lo rendono integrabile con vari prodotti di management di Hp, Bmc ed Emc, per esempio.

NetIq ha annunciato anche il supporto della gestione completa del ciclo di vita di Microsoft Exchange Server 2007. Exchange Migrator 7.0 e Directory and Resource Administrator™ (Dra) 8.1 permettono, in particolare, di migrare rapidamente verso questa piattaforma e di gestirla senza complessità o interruzioni del servizio. 

Per capire meglio il posizionamento di NetIp nella più complessa offerta di Attachmate e l’evoluzione strategica in Italia, Data Business ha incontrato il Southern Europe Director, Sales & Marketing Gabriele Porro.

Come si inquadra l’offerta di NetIq  rispetto a quella tradizionale di Attachmate, storicamente focalizzata sull’emulazione e sul Web-to-host?

Dal maggio 2005, l’offerta di Attachmate è caratterizzata dal messaggio “Extend, Manage, Secure”, che ha acquistato un reale significato solo dopo l’acquisizione di NetIq, completando le categorie Manage e Secure con soluzioni conosciute dal mercato e una customer base importante, sia a livello mondiale che della regione sud Europea.In sintesi, la tradizionale Attachmate fornisce ai propri  clienti la possibilità di aprire la singola postazione di lavoro verso le applicazioni legacy con prodotti e soluzioni che vanno dalla semplice emulazione terminale all’Enterprise Application Integration.  La nuova Attachmate, dopo luglio 2006, data dell’acquisizione di NetIQ, invece, aggiunge soluzioni che consentono di gestire i sistemi It in modo efficiente e sicuro.

Qual è la strategia su NetIq in Italia, quale tipologia di clienti viene indirizzata e con quale struttura (la stessa di Attachmate o altri partner in integrazione)?

Il modello di vendita è basato sulla gestione dei “key account” attraverso i commerciali della diretta. E’ tuttavia evidente che, proprio per la complessità delle problematiche che NetIq vuole affrontare, diventa cruciale il rapporto con partner che abbiano una struttura di  pre e post vendita in grado di aggiungere valore ai prodotti. Da questo punto di vista, da alcuni mesi, abbiamo iniziato un programma di partner recruiting, sia in Italia che in Spagna, che sta cominciando a produrre risultati positivi. Il “vecchio” modello Attachmate, infatti, prevedeva soprattutto la collaborazione con il canale distributivo che, pur continuando a rivestire grande importanza per la promozione di soluzioni puntuali come l’emulazione, il PC lifecycle management e così via, non ha (e non vuole avere) l’organizzazione per rivendere soluzioni complesse.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore