L’era degli hard disk (sui portatili) è al termine?

Sicurezza
0 0 Non ci sono commenti

Secondo il parere degli analisti di iSuppli, entro il 2009 il 60% dei
notebook venduti saranno dotati di storage in formato flash memory.

Oggi il numero di notebook che utilizza una flash memory come soluzione di storage è piuttosto ridotto: nel primo quadrimestre di quest’anno sono stati solo lo 0,7%, pari a 143.600 di portatili, ma tra due anni lo scenario sarà completamente diverso: secondo i ricercatori di iSuppli, infatti, l’incremento nello stesso periodo sarà del 50% mentre la fine del 2009 le previsioni parlano di un’ulteriore crescita portando a 24milioni il numero di notebook caratterizzati da flash memory, vale a dire il 60% del parco macchine commercializzato.

Rispetto a tradizionali hard disk, le flash memory offrono numerosi vantaggi: non hanno parti mobili, generano poco calore, hanno bassissimi consumi e sono più resistenti agli urti. Considerato l’utilizzo combinato con le dinamiche a cui sono sottoposti i notebook si tratta di caratteristiche che sancisono una bella differenza, senza contare che il recupero dei dati da una flash memory è decisamente più veloce.

L’unico inconveniente all’affermarsi della tecnologia flash è dunque il costo, in quanto una flash memory attualmente è molto più cara di un hard disk con le stesse caratteristiche ma gli analisti confidano nel mercato globalizzato: competizione e crescita della domanda concorreranno ad abbassarne i prezzi.

Già quattro anni fa, per esempio, una flash memory da 1 Gb era 100 volte più costosa dell’equivalente versione hard disk e iSuppli ipotizza che nel 2009 il gap si ridurrà calando di un buon 86%. Gli analisti identificano tre driver che caratterizzeranno l’evoluzione del data storage in formato flash: Intel Turbo Memory, alias Intel’s Robson, tecnologia che utilizza una memoria flash come cache ad alta velocità per il disco rigido, l’Hybrid-Hdd, ovvero un disco che unisce le funzionalità delle memorie Ssds e Hdds già proposto da Samsung su qualche modello di nuova generazione e gli Ssd (solid state drives) puri.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore