La paura viene dal Web

Sicurezza
0 0 Non ci sono commenti

Websense offre le proprie valutazioni sulle principali minacce informatiche del 2008

A sentire le previsioni degli esperti, si prospetta un 2008 piuttosto a rischio. Websense prevede che gli hacker useranno sempre di più il Web spam per pubblicare Url di siti maligni all’interno di forum, blog, nelle sezioni “talk-back” dei siti e in siti compromessi. Secondo gli specialisti, i trend attuali vedono una rapida evoluzione delle tecniche dei cyber criminali in direzione di una maggiore efficienza mirata non solo ad evadere i tentativi di intercettazione, ma anche a rubare dati e manipolare i contenuti di siti web e applicazioni. Per questo consigliano a organizzazioni e singoli individui di prendere coscienza del fatto che i rappresentanti del cyber crimine stanno cambiando tattica, concentrandondosi soprattutto su attacchi mirati a obiettivi scelti.

Oggi i cyber criminali da un lato sembrano preferire i siti compromessi come “piattaforma di lancio” delle loro azioni maligne rispetto alla creazione ex novo di siti con lo stesso scopo e, dall’altro sono propensi a sfruttare sempre più i link deboli dell’infrastruttura Web con l’obiettivo di indirizzare il maggior numero possibile di utenti Internet. I più vulnerabili a tali attacchi sono i motori di ricerca e grosse social network quali MySpace o Facebook.

Secondo gli esperti dei Websense Security Labs, le Olimpiadi di Pechino rappresenteranno il momento di massimo attivismo degli hacker, che si dedicheranno a compromettere i più popolari siti legati ai Giochi. Nuovi obiettivi dei cyber criminali saranno inoltre Mac e iPhone, grazie all’aumento della loro popolarità presso gli utenti. Il Web 2.0 favorirà attacchi mirati a gruppi di navigatori selezionati in base a età, potere d’acquisto e abitudini di spesa. Tecniche di Web spam e di altro tipo saranno usate in modo crescente per convogliare traffico verso siti web infetti.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore