Il vantaggio competitivo di Oracle

Sicurezza
0 0 Non ci sono commenti

“Meglio di Sap e meglio di Microsoft”. Jesper Andersen, senior vice president
Applications Stretegy di Oracle, spiega quali sono i punti di forza nei
confronti della concorrenza

Abbiamo avuto l’occasione di incontrare il senior vice president Applications Stretegy di Oracle, Jesper Andersen – di passaggio da Milano per l’evento Applications oeunlimited? Tour -con il quale abbiamo parlato del posizionamento competitivo di Oracle rispetto ai suoi concorrenti sul mercato degli Erp. Visto che ormai sembra chiaro che a contendersi il primato di questo mercato siano rimasti solo Sap, Oracle e Microsoft, quali sono, abbiamo chiesto, i punti caratterizzati dell’offerta di Oracle che forniscono un vantaggio competitivo rispetto a questi due concorrenti?

?Anche noi siamo convinti che per la leadership del mercato Erp si tratti ormai di una corsa a tre – risponde Andersen. ? E siamo convinti di avere argomenti molto forti da opporre ai nostri concorrenti. Cominciamo da Sap. Il nostro punto di forza principale è che siamo nati come produttore di tecnologia perciò siamo molto forti sul middleware e in particolare sui web service, tanto che ne abbiamo già codificati un numero molto grande, nell’ordine delle migliaia, che sono già in uso presso i nostri clienti. E il mercato ci riconosce questa leadership tant’è vero che ci sono più clienti Sap che utilizzano Fusion Middleware che quelli che usano Netweaver. Riteniamo che la strategia Soa di Sap potrà avere successo solo nell’ambito dei loro clienti mentre siamo confidenti che il mercato riconoscerà il valore del nostro Fusion Middleware come prodotto in sé e che lo utilizzerà anche per integrare applicativi di altri produttori.

Quanto a Microsoft, notiamo che la loro strategia di penetrazione del mercato Applications ha molti punti in comune con la nostra. Anche loro sono partiti come fornitori di tecnologia, anche loro hanno acquisito sul mercato alcuni produttori di pacchetti Erp, che stanno integrando in una visione strategica basata sui web service. Però non riteniamo molto sostenibile il loro vantato vantaggio competitivo, ossia l’integrazione con il mondo Office perché i nostri prodotti sono integrati con Office da anni. Da 7 anni abbiamo un prodotto chiamato nVision che garantisce l’integrazione con Excel e da anni Siebel utilizza Outlook come client. In definitiva non vediamo Microsoft come un concorrente su scala mondiale e su tutto lo spettro di clienti che noi indirizziamo, ma soprattutto in Europa e sulla fascia bassa del mercato mid-market.?

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore