Il rischio parte da dentro

Sicurezza
0 0 Non ci sono commenti

Mcafee: gli impiegati europei mettono a rischio i dati aziendali

Gli investimenti in soluzioni per proteggere i dati aziendali da hacker e minacce provenienti dall’esterno sono messi a repentaglio sia dalla incompleta comunicazione delle policy di sicurezza aziendale sia dal comportamento negligente degli impiegati. Una nuova ricerca commissionata da Mcafee rivela che gli impiegati stanno portando al di fuori dell’azienda una crescente quantità di dati confidenziali, utilizzando metodi che spesso sfuggono al controllo del dipartimento It. Ma più di un terzo delle aziende europee non ha stabilito delle policy per il trattamento dei documenti e quando anche tali policy siano già state introdotte, quasi un quarto dei dipendenti non ne è minimamente a conoscenza.

I documenti interni giornalieri e i dati e le schede relative ai clienti sono le tipologie di documenti che più comunemente vengono portate al di fuori delle aziende in formato elettronico o fisicamente. Sono seguiti dalle informazioni finanziarie sull’azienda stessa. Gli impiegati stanno sempre più utilizzando dispositivi portatili, tra cui memory stick e telefoni cellulari per portar via dati confidenziali dalle proprie società Servizi di e-mail via web e anche Istant Messagging sono sempre più utilizzati per trasferire informazioni . Infine il 52% degli impiegati europei si porterebbe via dati aziendali al momento di lasciare l’azienda.

Rispetto a una media settimanale di 11 documenti gli olandesi sono i peggiori attentatori portando fuori dell’azienda 19 documenti riservati ogni settimana, seguiti dagli spagnoli che ne sottraggono 13. Gli inglesi apparentemente sono i più coscienziosi sulla riservatezza, condividendo una media di 6 documenti la settimana.
L’email aziendale rimane il metodo più comune per spedire informazioni. Tuttavia, molti dipendenti stanno utilizzando anche metodi su cui il dipartimento It ha un controllo minimo o pressoché nullo. Un quarto di coloro che hanno spedito informazioni al di fuori delle proprie società ha ammesso di utilizzare servizi e-mail basati su web come Yahoo o Hotmail, mentre una quota significativa (83%) stampa le schede relative ai clienti per portarle fuori dell’ufficio.
La tradizionale copia cartacea del documento mantiene dunque ancora una posizione di rilievo come causa principale di vulnerabilità dei dati aziendali. I dipartimenti It raramente sono in grado di monitorare e limitare ciò che viene stampato o dove queste informazioni vanno a finire.
Le aziende europee devono intraprendere anche azioni per far sì che i dipendenti che lasciano le aziende non rubino i dati aziendali dal momento che oltre la metà degli intervistati ha confessato che al momento di lasciare una società si porterebbe via anche documenti e informazioni. I dipendenti francesi e italiani sono i più propensi a sottrarre le informazioni e portarle al di fuori dell’edificio mentre gli impiegati inglesi sono i più affidabili, con un 70% che nega fermamente che sottrarrebbe anche un solo dato.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore