Il Crm arricchisce l’offerta di Capgemini

Sicurezza
0 0 Non ci sono commenti

Messo a punto un servizio di supporto alla clientela pensato soprattutto per
i settori dell’energia, delle Tlc e dell’amministrazione.

Con un’ottica sempre più internazionalista, Capgemini ha appena annunciato la creazione di un servizio originale nell’ambito del Crm (Customer Relationship Management), destinato in prima battuta alle aziende appartenenti ai settori dell’energia, delle telecomunicazioni e dell’amministrazione. La proposta non si accontenta di coprire la semplice gestione della clientela, ma si estende all’analisi e agisce in funzione degli obiettivi di business dell’azienda.

Battezzata Cc&I, che sta per Customer Care and Intelligence, l’offerta si inserisce nel catalogo delle soluzioni di Bpo (Business Process Outsourcing) della società di servizi. Dunque, essa prevede l’esternalizzazione dei processi dei clienti, che si vedranno anche proporre una gamma di strumenti per migliorare la loro gestione, soprattutto soluzioni di business intelligence, per trarre maggior profitto dalle informazioni memorizzate nei database.

Naturalmente, Capgemini pensa di poter aggiungere a questa offerta la propria competenza in materia di servizi ed è questo il motivo per il quale l’ha inizialmente concentrata nei comparti dove recita un ruolo di primo piano. Il vendor dispone già di oltre duemila consulenti nel mondo capaci di rispondere alle esigenze connesse al Crm e conta di creare un competence center dedicato a Cc&I nel Kansas, entro la fine di ottobre.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore