Ibm supera la disabilità sensoriale

Sicurezza
0 0 Non ci sono commenti

Ibm Italia ha messo a punto, in collaborazione con Fondazione Asphi onlus,
Nokia e Cisco, una soluzione mobile per il supporto ai non vedenti.

In Italia ci sono 350mila non vedenti e più di 1 milione e mezzo di ipovedenti, secondo l’Inail. Per risolvere i problemi legati al deficit visivo Ibm Italia, in collaborazione con Fondazione Asphi onlus e in team con Nokia Italia e Cisco, ha messo a punto una nuova soluzione di Mobile Wireless Accessibility (Mwa).

Triangolando le reti wireless di Cisco, la nuova generazione di cellulari Nokia ESeries e lo screen reader Talks, Mwa rappresenta un’infrastruttura innovativa, che consente di superare i tradizionali problemi di compatibilità tecnologica, coniugando comunicazione in mobilità, il wireless e l’accessibilità per i disabili visivi fino a questo momento non perfettamente integrati tra loro. In pratica, grazie a Mwa, sarà possibile superare la disabilità sensoriale e accedere ai più comuni sistemi di comunicazione aziendale come Internet, la rete Intranet e tutte le applicazioni d’ufficio. Oltre a rappresentare un’importante iniziativa di responsabilità sociale da parte di Ibm Mobile Wireless Accessibility attesta ulteriormente il valore della Unified Wireless Network di Cisco come piattaforma con cui abilitare la collaborazione e l’inclusione nella Human Network di persone che altrimenti vedrebbero preclusa o fortemente limitata la loro capacità di partecipare attivamente e produttivamente ai processi aziendali.

La flessibilità dei cellulari della famiglia Esieries Nokia oltre ad offrire performance sempre più elevate, maggiore funzionalità e interoperabilità, consente di rispondere alle richieste di personalizzazione come nel caso del progetto Mwa, semplificando e agevolando il lavoro in mobilità di tutti i professionisti anche per i disabili visivi.

L’integrazione unificata di soluzioni di telefonia mobile, sintesi vocale e rete wireless aveva avuto inizio da un accordo siglato nel 2004 tra i vari partner e, dopo tre anni, la nuova architettura è stata sperimentata e perfezionata. Grazie a Mwa oggi è possibile svolgere diverse funzioni, dalle più semplici come quelle di comunicazione e messaggistica, alle più complesse dalla gestione amministrativa e finanziaria, al Crm, dalla vendita allo sviluppo applicativo.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore