Ibm, sicurezza It al lavoro

SicurezzaSoftware
0 0 Non ci sono commenti

Ibm dà il via a un nuovo spazio dimostrativo e di competenze su sicurezza fisica, logica e governance

Ibm dà il via all’ Integrated Security Demo Point, un nuovo spazio dimostrativo che, collegando l’Ibm Forum di Segrate e l’e-government Center di Roma consente ai clienti e ai partner di accedere ad un centro di competenza, nel quale è possibile sperimentare le soluzioni, gli asset, le competenze e le capacità di integrazione della società in tema di sicurezza.
Il centro rispecchia uno scenario della sicurezza nell’ambito dell’information technology che ,secondo la società, si sta evolvendo e si sta modificando con l’espandersi di modelli di business più collaborativi, minacce sempre più diversificate e sofisticate e infrastrutture dalla complessità crescente. Ibm propone un approccio strategico di tipo end-to-end ed integrato, che permette di fare fronte al rischio in tutti gli ambiti della sicurezza IT: sicurezza delle informazioni e governance, controllo delle minacce e vulnerabilità, sicurezza applicativa, gestione identità e accessi, sicurezza fisica.
Sicurezza fisica, sicurezza logica e governance sono i temi attorno ai quali è stata costruita l’area dimostrativa che consentirà di toccare con mano tutto il processo relativo alla sicurezza fisica, dal controllo degli accessi attraverso badge e telecamere, fino al controllo e alla gestione degli eventi da parte del sistema di supervisione.
Per quanto riguarda la sicurezza logica sarà inoltre possibile vedere come le soluzioni di prevenzione di Iss possano garantire la protezione dei dati, della rete e dei sistemi . Ma sarà la governance integrata della sicurezza, realizzata attraverso organizzazione, processi, piattaforme standard e aperte (quali i software Tivoli per il monitoring, l’auditing e la correlazione degli eventi) a rappresentare un ulteriore valore aggiunto di Ibm
Nell’Integrated Security Demo Point sono disponibili una serie di dimostrazioni dal vivo, secondo la logica degli scenari reali. Infatti, l’area è stata progettata per simulare situazioni in cui l’introduzione di appliance , software e soluzioni di Ibm e di partner strategici per la sicurezza possano indirizzare i diversi aspetti relativi alla protezione del patrimonio aziendale.
Si tratta di un centro strategico che, dall’Italia, sarà punto di riferimento europeo per tutti i progetti di consulenza e IT relativi al ridisegno della sicurezza informatica e aziendale, un mercato che, secondo gli analisti di Idc, è destinato a crescere dal 2005 al 2010 ad un tasso medio del 18,6% per l’hardware e le appliance , del 14,5% per il software e del 9,8% per i servizi .

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore