Ibm e Hp guidano un mercato dei server in buona salute

Sicurezza
0 0 Non ci sono commenti

Gartner e Idc divergono sui numeri, ma concordano sulla visione positiva del
comparto per il primo trimestre 2007.

Il mercato dei server è cresciuto del 4,5% in valore e del 6% in volume nel primo trimestre del 2007. Almeno secondo Gartner, perché Idc fornisce cifre un tantino diverse, Entrambe, però, concordano sulla tenuta e sulle prospettive positive di un comparto che ha prodotto un giro d’affari di 12,9 miliardi di dollari, per circa 2,1 milioni di pezzi venduti, sempre secondo Gartner.

Il segmento-chiave dei server è rappresentato dalle macchine x86, che sono cresciute del 6,5% in valore e del 7,3% in volume. Questo rappresenta una netta ripresa per una categoria di prodotti che aveva chiuso male il 2006 e invece ora ha compensato la debolezza del mercato Unix, sia con processori Risc che Cisc. Il numero dei server Unix è sceso del 15% in unità.

Gartner posiziona in cima alla classifica Ibm, con un giro d’affari di 3,8 miliardi di dollari (+ 8,4%) e una quota del 29,8%, in crescita dell’1,1%. Alla posizione d’onore troviamo Hp, che però diventa prima se si ragiona in termini di volumi. Una crescita del 18% le permette di aumentare la distanza da una Dell ancora un po’ contratta (+ 3,3%).

Fra i principali costruttori, Fujitsu-Siemens e Sun si segnalano per la loro contro-prestazione. La prima ha visto il giro d’affari calare dell’8%, ma almeno è cresciuto il numero di sistemi venduti (del 7%). La seconda ha invertito la tendenze dell’ascesa a due cifre fatta segnare nei precedenti due trimestri, salendo solo del 2,2% in valore e scendendo del 10% in unità vendute (79mila pezzi).

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore