Ibm affina la gamma blade

Sicurezza
0 0 Non ci sono commenti

Gli chassis possono ora ospitare il doppio dei blade rispetto alla versione
precedente.

Ibm ha rimodellato la propria gamma di blade server basati sui processori Cell. Obiettivo dell’aggiornamento è soprattutto la riduzione delle dimensioni. Ora, infatti, uno chassis può contenere 14 server (Bladecenter Qs21s), contro i 7 della versione precedente (Qs20).

Al di là di un semplice cambiamento dimensionale, i blade server di nuova generazione dispongono anche di prestazioni migliori. Ogni ?lama?, infatti, contiene due processori Cell da 3,2 GHz e può funzionare all’interno di chassis con velocità che possono raggiungere i 25,8 teraflops (per un rack a 42U). Infine. I nuovi blade funzionano perfettamente in un ambiente eterogeneo a fianco di blade server con processori x86 e PowerPc.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore