Hp e Cisco si rafforzano nell’High Performance Computing

Sicurezza
0 0 Non ci sono commenti

I Blade server e cluster di Hp si accoppiano con gli switch Infiniband di
Cisco. I due costruttori sperano di poter rafforzare la propria presenza nel
settore.

Hp e Cisco hanno appena firmato un accordo che porterà alla combinazione di blade server e cluster della prima con gli switch Infiniband della specialista delle reti. Lo scopo è quello di offrire soluzioni ad alta velocità, economiche e a bassa latenza per il mercato del calcolo ad alte prestazioni. In buona sostanza, questo significa che i dispositivi Sfs Ddr 7000, che Cisco ha ereditato dall’acquisizione di TopSpin Communications. Faranno parte anche dell’offerta Hp Unified Cluster. Dall’altra parte, i blade server BladeSystem c-Class del costruttore supporteranno i driver Infiniband di Cisco, grazie ad adattatori Hp. Questi server disporranno di connessioni a 20 Gb/s per linea, per dialogare con con gli switch Sfs di Cisco, la cui gamma si estende da chassis con 24 porte fino a 288 porte. Da parte propria, Cisco supporta i driver Open Fabric, di origine Linux, che le permetteranno di conversare con latri dispositivi presneti sul mercato, soprattutto nel campo dei server virtuali.

Approfittando di una diminuzione considerevole dei prezzi, gli strumenti Hpc (High Performance Computing) permettono di realizzare milioni di operazioni simultanee, sempre più richieste in settori come le analisi di mercato, le simulazioni, le analisi finanziarie, il calcolo scientifico, la meteorologia.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore