Google si preoccupa della privacy degli utenti

Sicurezza
0 0 Non ci sono commenti

Tempo limite di due anni alla data retention

I regolamenti locali per la retention dei dati degli utenti dei provider variano molto. In Italia, tra proroghe di tipo diverso, i tempi sono molto lunghi. Ma nel mondo molte sono le preoccupazioni dei consumatori per i loro dati raccolti dal motore di ricerca Google. Questa società ha dichiarato di stare rendere anonimi od oscurare i dati dei suoi utenti dopo un periodo da 18 a 24 mesi, in modo che le abitudini chi naviga non possano essere trasformate in strumenti di identificazione degli individui.

L’informazione che Google raccoglie nei suoi data center sparsi per il mondo riguarda cookies, indirizzi Internet e parole chiave di ricerca. In precedenza Google non si poneva limiti nei tempi di retention dei dati. Ora si passerà a meno di due anni con provvedimenti tecnici che si concluderanno entro al fine del prossimo anno.
In Google spiegano che i dati servono a identificare prima gli utenti e a fornire loro informazioni personalizzate, ma il pericolo di una possibile esposizione dei dati è una delle prime preoccupazioni dei suoi utenti. La nuova politica di privacy verrà applicata da Google anche ai suoi prodotti, come il sistema di messaggistica Google Talk e Desktop Search, che saranno migliorati nel senso di rendere più facile la disabilitazione dell’archiviazione automatica delle conversazioni o delle ricerche.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore