EIM 3 / Come prendere le decisioni giuste

Sicurezza
0 0 Non ci sono commenti

Strumenti e tecniche per analizzare il flusso di dati che arriva in azienda.
Ricavandoci vantaggio competitivo.

Data Business ha organizzato una tavola rotonda virtuale con Ibm, Hp, Microsoft, Oracle, Ca, MicroStrategy, Business Objects, Sas e Cognos per parlare di come le aziende affrontano il tema del supporto decisionale e dei dati che lo devono alimentare. Ecco le risposte alla seconda domanda.

Quali sono gli strumenti disponibili e più adatti per compiere un’adeguata analisi dei dati aziendali e ricavarne informazioni utili a individuare vantaggi competitivi e prendere decisioni strategiche od operative?

Devrim Di Finizio (Hp) – Il panorama di soluzioni applicative per la valorizzazione dei dati ai fini di supporto decisionale è sempre più ampio e differenziato. Le iniziative di business intelligence, incentrate sul data warehouse, sono sempre più spesso “enterprise” e quindi coinvolgono tutte le principali Funzioni aziendali “avide” di dati. Oltre ad un sistema di dashboard e reportistica di alta direzione, che tipicamente raccolgono una vista basata su KPI cross-aziendali, ogni singola Funzione trova riscontro in applicazioni verticali quali il corporate performance management a supporto del controllo di gestione, i tool di marketing intelligence per le necessità marketing e commerciali, il supporto alla fabbrica prodotti-servizi, il monitoraggio operativo dei processi aziendali. Questa applicazioni utilizzano distinte funzionalità applicative, rese possibili da una ampio set di tool software specialistici, partendo dai Query& reporting tools, agli strumenti di analytics, funzionalità di feedback management, fino ai sistemi informativi territoriali.

Enzo Ferrari (Sas) – La Data Integration cui ho fatto riferimento infatti è solo il primo step per realizzare una solida ?data foundation? su cui condurre analisi, ricavarne informazioni complete per supportare la filiera del processo decisionale. Analizzare non significa però soltanto ?guardare al passato? per capire cosa è accaduto: significa simulare sc enari futuri su base storica, effettuare previsioni e pianificare interventi tempestivi.

Gli strumenti in gioco in questa fase fanno riferimento al Query& Reporting, data mining, forecasting, text mining e cruscotti di sintesi per governare le performance dell’azienda, tenendo presente anche la specifica tipologia di utente (alta direzione, marketing, vendite, logistica, amministrazione e controllo di gestione, ecc..). Ecco dunque il notevole valore aggiunto della Piattaforma tecnologica SAS che permette infatti a ciascun utente l’analisi e l’esplorazione completa dell’intero patrimonio informativo aziendale, anche attraverso le consuete interfacce di Microsoft Office, andando oltre il classico ?Query & Reporting? consentendo di stabilire correlazioni tra dati (data mining), anche in modo grafico e interattivo-dinamico, analizzando serie storiche, determinando trend e comportamenti stagionali (forecasting), segmentare i clienti, calcolare indici, score, rank e molto altro ancora. Notevole importanza viene poi rivestita dagli strumenti di Text Mining che SAS offre per la gestione dei dati ?testuali? ? pdf, word, html,.. – per conoscere e distribuire informazioni ?sepolte? nei campi liberi o negli archivi documentali, raggruppandoli in cluster tematici e accrescendo il numero, la qualità e la tempestività di fruizione delle informazioni per il supporto decisionale.

Fabio Bianco (Business Objects) – L’enterprise information management è un fattore determinante per il successo di quelle aziende che hanno intenzione di costruire un unico fondamento di informazioni di business affidabili. Per questo, Business Objects è impegnata nel distribuire le migliori soluzioni di data integration, data quality e gestione dei metadati quale parte della nostra offerta completa di prodotti per la business intelligence.
Grazie all’acquisizione di Firstlogic, Inc. e al recente rilascio di BusinessObjectsTM Data Quality XI Version 11.6, ora Business Objects fornisce le migliori soluzioni disponibili sul mercato per il data quality quale parte della sua strategia per l’enterprise information management (EIM). Le soluzioni di data quality e di data management di Business Objects includono una gamma completa di funzionalità tra cui la valutazione e la misurazione dei dati, la pulizia, l’enrichment, il matching e il consolidamento dei dati, il costante monitoraggio oltre a nuove funzionalità di standardizzazione dell’addressing e di parsing.

Michele Principe (Ibm) – IBM Information Management è una divisione di IBM Software Group focalizzata sulle tematiche di gestione ed integrazione delle informazioni, curandone l’intero ciclo di vita. In particolare, IBM Information Server dispone di specifiche componenti che in modo automatizzato forniscono una analisi qualitativa dei dati disponibili nelle sorgenti informative, provvedendo alla loro standardizzazione e validazione. La semplicità con la quale questi strumenti consentono di realizzare flussi di integrazione, anche complessi, rende rapidamente disponibili agli ambienti decisionali aggregazioni informative, affidabili ed adattabili dinamicamente, per garantire il più alto vantaggio competitivo derivante dalla loro fruizione.

E’ recente il lancio della soluzione IBM Dynamic Warehousing che, oltre alle citate componenti di integrazione, incorpora anche tutte quelle necessarie a realizzare una infrastruttura completa di Business Intelligence 2.0.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore