Dell si allontana dai server standard

Sicurezza
0 0 Non ci sono commenti

Il costruttore vuole andare oltre le macchine x86 e in novembre lancerà nuovi
server ottimizzati per la virtualizzazione e l’elaborazione massiccia dei dati.

Per colmare la distanza da Hp e Ibm sui server professionali, Dell ha presentato le grandi linee di una strategia denominata ?Project Hybrid?. Dietro questo nome si cela la volontà di rivedere l’offerta server e rompere con la tradizione Dell di vendere solo prodotti basati su standard consolidati.

Il costruttore ha in mente di fare evolvere la propria offerta lungo due assi. Da un lato, verranno proposti sistemi progettati su misura per i pesi massimi di Internet, come Google o Yahoo. Dall’altro lato, alle imprese saranno proposti sistemi x86 non generalisti, ma ottimizzati per ambienti e applicazioni specifici. Dell ha investito nella progettazione di nuove gamme di server, per esempio nel segmento dei blade, dove l’intenzione è di rispondere alle esigenze di macchine ad alta densità. Ma saranno realizzati server anche per necessità specifiche, come la virtualizzazione, l’elaborazione o il trasporto dei dati. Circa 5mila ingegneri sono stati messi all’opera nel reparto R&D per produrre questi nuovi prodotti.

Dell prevede anche di fornire soluzioni chiavi in mano, per esempio siglando accordi di partnership con specialisti, come VmWare per la virtualizzazione. In parallelo, sono stati pensati nuovi servizi (consulenza, implementazione, manutenzione), che si abbineranno all’implementazione dei nuovi server.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore