Check Point guarda fuori dai firewall

Sicurezza
0 0 Non ci sono commenti

Appliance Utm e prevenzione delle intrusioni. Ancora acquisizioni?

Mentre le voci di ulteriori acquisizioni non sono terminate (nel mirino sarebbero i sistemi Ips di Surfcontrol), Check Point archivia anche nei suoi riflessi per il mercato italiano quelle di Nfr Security (ancora Ips) e della svedese Protect Data ( soluzioni di sicurezza Pointsec per i dispositivi mobili). Reduce da un 2006 non particolarmente esplosivo, anche per il blocco del mercato causato dai problemi delle Telco , Check Point punta a un 2007 brillante attraverso le vendite nel settore delle aziende medio piccole. Questo potrà avvenire attraverso una nuova linea di appliance per la gestione unificata delle minacce (Utm). Il dispostivio Umt-1 offre una protezione completa multilayer della minacce del mondo Internet.
Come spiegano in Check Point: ?La maggior parte delle esigenze standard di sicurezza delle Pmi possono essere gestite con soluzioni Check Point che permettono una riduzione del 50% delle spese in sicurezza It?. A questo punto , fanno presente in Check Point, la società è in grado di offrire soluzioni ottimizzate per reti di qualunque dimensione da Vpn-1 nelle versioni Power per grandi reti ed Edge per uffici remoti, frutto di una partnership con Crossbeam, fino a Safe@office per le piccole aziende.

Oltre alle tradizionali funzioni di un dispositivo del loro tipo, le Utm-1, con varie prestazioni, dispongono di un firewall per le applicazioni web, proteggono anche Voip, Im e peer to peer e vengono gestite tramite SmartCenter. La gestibilità remota è una delle funzionalità su cui puntano in Check Point per offrire al canale di vendita la possibilità di impoiegare le appliance in un ambito di servizi gestito.

In Italia Check Point dispone di un parco installato presso 3 mila clienti e circa un quarto del suo fatturato proviene da aziende del settore Telco. Le acquisizioni fatte vanno verso un’estesione dell’architettura unificata di protezione interna delle aziende nella direzione della intrusion prevention in tempo reale (appliance Ips -1 di Nfr con uno speciale motore di rilevamento degli allarmi) e la sicurezza dei dati. La chiave unificante resta l’architettura Ngx R65 che andrà incontro a breve a una nuova release.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore