Anche Infor nell’arena delle Soa

Sicurezza
0 0 Non ci sono commenti

La strategia di espansione dell’offerta Erp si arricchisce con l’apertura verso le architetture orientate ai servizi.

Alle spalle dei colossi Sap e Oracle, nel mondo degli Erp troviamo Infor, un marchio che, solo due anni fa, non era minimamente conosciuto su questo fronte. L’acquisizione di Ssa (che a propria volta aveva assorbito Baan) è alla base di questo fenomeno, che il management dell’ancor giovane realtà giudica positivamente, alla luce di numeri come i “1.700 nuovi clienti in dodici mesi o gli 87 aggiornamenti di gamma” citati da Bruce Gordon, Chief technology officer.

Dal punto di vista tecnologico, assimilata già nella storia dei brand acquisiti la transizione dall’Erp classico a quello esteso, l’ultima evoluzione va in direzione delle Soa. Infor, infatti, ha appena annunciato la propria strategia Open Soa, che non si fonda su una piattaforma core che poi viene offerta in licenza a chi vuole adottarla, ma prevede l’integrazione della Soa in ogni applicazione. Il vendor propone un backbone di integrazione, basato su Sonic Esb di Progress, che applicazioni e servizi possono connettere per poter beneficiare delle caratteristiche delle architetture orientate ai servizi.

La tecnologia viene aggiunta alle applicazioni esistenti, che diventano service-enabled attraverso add-on. Tutte le caratteristiche delle Soa vengono offerte come parte delle normali tariffe di manutenzione, che copriranno l’integrazione fra le applicazioni Infor. La strategia Open Soa è basata sul modello event-based, come delineato dall’Oag e utilizza la specifica Oagis 9. L’architettura event-based integra la maggior parte delle capacità nelle applicazioni e questo significa che le implementazioni possono essere rese Soa-enabled senza dover aggiornare l’intero sistema o riscrivere il codice. “Open Soa è customer-focused – commenta Gordon -. Abbiamo fatto ciò che i clienti ci hanno indicato, creando le premesse per far evolvere le applicazioni esistenti senza una piattaforma impegnativa alla quale leg arsi”.

L’accesso alle Soa avviene attraverso home page basate su ruoli verso le applicazioni. Le prime concretizzazioni, legate alla suite Erp Ln, sono previste per la metà del 2008. Anche in Italia è attesa una buon accoglienza per questo genere di evoluzione, dopo i buoni risultati ottenuti sul fronte tradizionale all’indomani del passaggio sotto la bandiera Infor. “Abbiamo registrato una retention del 98% sui clienti esistenti – evidenzia la country manager Enza Fumarolasoprattutto in un’area per noi molto forte come quella dell’ambiente iSeries”. Soprattutto nel nostro Paese, l’industria manifatturiera resta il comparto dominante per le implementazioni Infor, ma “l’espansione tecnologica in direzione dell’asset management e del Corporate performance management ha consentito di allargare il raggio delle implementazioni”, puntualizza Fumarola, che cita, a titolo di esempio, i casi di Pepsi Cola (gestione dei frigoriferi distribuiti in tutta Italia nel punti vendita) e di Atm (gestione delle biglietterie).

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore