A chi serve un firewall austriaco?

Sicurezza
0 0 Non ci sono commenti

Phion è una realtà della sicurezza di rete collocata appena al di là delle Alpi. Wieland Alge è uno dei suoi fondatori

Se si osserva il mercato della sicurezza delle infrastrutture aziendali non è facile imbattersi in realtà europee che siano partite da obiettivi di sviluppo di soluzioni originali e di sufficiente respiro e durata nel tempo.
A parte qualche realtà del nord Europa, delle vicine Francia e Spagna, e –molto raramente – del nostro paese, qualcosa di questo tipo si è creato anche in Austria a poche decine di chilometri dal nostro confine. L’iniziativa che in Innsbruck ha dato origine alla realtà di Phion è partita nel 2000 da un terzetto di fisici di diversa provenienza alle prese con la realizzazione di un’infrastruttura di gestione e sicurezza per l‘Allgemeines Rechenzentrum , un consorzio al servizio di diverse banche che rappresentano circa un terzo del mercato finanziario austriaco.

Come ricorda Wieland Alge, Ceo e cofondatore dell’azienda, a partire da quella esperienza originale basata sulla stesura di un software per la gestione unificata della sicurezza dell’ infrastruttura di rete è nata l’anno successivo la linea di prodotti Netfence: “ Ora ci troviamo in diversi paesi a competere nelle gare e nelle proposte alle grandi aziende direttamente con Cisco, Juniper e Check Point. Ma dalla nostra abbiamo il vantaggio di fornire un’unica consolle di gestione della sicurezza”.
Tecnologie intelligenti assicurano che un problema tecnico non si trasformi in un’interruzione delle comunicazioni. E che il traffico ad alta priorità raggiunga sempre la sua destinazione (in tutta sicurezza). “ I nostri principali nemici – e quelli per la sicurezza non dell’It aziendale, ma delle comunicazioni aziendali – non sono gli hacker, ma i terremoti e chi guida scavatrici o lavora nelle costruzioni stradali, commenta scherzosamente. Questi sono i Denial of Service più pericolosi.”
In effetti è la disponibilità delle comunicazioni per il business aziendale l’obiettivo di progetto che guida la settantina di dipendenti della società austriaca, da pochi mesi quotata alla Borsa di Vienna. Ma l’arma vincente sembra essere, nelle parole del dottor Alge, la possibilità per l gli utenti di ottenere soluzioni a basso impatto sui costi in quanto in grado di rispettare un Tco molto contenuto. A partire dall’Austria, l’azienda si è sviluppata dapprima al di là delle Alpi in Svizzera (Swisscom è un loro cliente), in Germania ( Athos Origin) e nell’Est europeo e ora, dopo aver fatto la prima apparizione allo scorso Smau, tenta la carta del sud Europa partendo dall’Italia, ma con un pensiero verso Francia e Spagna a breve termine.
Prosegue Alge, “ La nostra origine ci ha fatto nascere diversi da ogni altro vendor. Abbiamo reinventato la gestione via software della sicurezza delle reti. La vera sicurezza del business si basa sula gestione e sulla scalabilità”. Alge ama tenere direttamente i contatti con i clienti per ascoltare le loro necessità e ne ha tratto una lezione : la network security è certamente una priorità aziendale, ma è “odiata” dai Cio. Devono tenere sotto controllo la sicurezza di diverse parti della macchina It aziendale , dalla applicazioni alle reti, ma devono usare strumenti eterogenei.
La risposta vincente di Phion, secondo Alge, è una specie di box in grado di essere decentralizzato e dimenticato che consente al Cio di realizzare una strategia di comunicazione sicura e scalabile.

Nel nostro paese, la filiale guidata da Maurizio Taglioretti (ex McAfee), parte con un parco installato, punta a uno sviluppo diretto dell’azienda soprattutto presso realtà medio grandi e sta sviluppando un’attività iniziale di formazione a training, mentre l’assistenza tecnica e post vendita delle soluzioni Netfence viene assicurata anche dalla vicinanza della casa madre in Austria. Il più recente annuncio di prodotto di Phion si chiama Netfence Entegra.Opera per la protezione degli endpoint e il controllo degli accessi. La soluzione consente di gestire centralmente l’assegnazione di policy di sicurezza e può essere integrata con l’infrastruttura Utm Netfence già esistente.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore