NEWS

symantec-doppiobckup

Symantec pensa a un backup senza stress che gestisce la crescita dei dati

NetBackup 7.5 e Backup Exec 2012 sono le nuove versione dei tool di backup di Symantec , rispettivamente per ambienti eterogenei di tipo enterprise e per quelli Windows based

Symantec ha presentato una nuova generazione di soluzioni di backup che promettono di unificare la gestione del recupero dei dati da ambienti sia fisici sia virtuali riducendo i costi e aumentando la velocità di recovery anche con finestre temporali molto strette e con livelli di servizio più che accettabili. Il backup e le tecniche relative di recupero delle informazioni sono spesso considerate negli ambienti IT delle aziende da un lato una risorsa acquisita come l’elettricità e il condizionamento e dall’altro come un argomento spigolosa da affrontare nelle routine quotidiane e da lasciare alle emergenze o alle grandi attività di migrazione dei dati e di aggiornamento dei sistemi .

Ma Symantec , come del resto altri vendor del settore, continua a sfornare puntualmente studi che indicano il disagio percepito su questi temi in aziende di ogni dimensione, con predite economiche e inefficienze operative per l’inadeguatezza dei sistemi di backup , per la loro molteplicità e ridondanza La chiave di efficienza scelta da Symantec è di rivedere le tecniche di backup puntando sul consolidamento della gestione e sull’accelerazione dell’intero processo di backup e restore. Symantec fornisce soluzioni di backup software, cloud based o appliance.
L’obiettivo dichiarato da Vincenzo Costantino Senior Solutions Marketing Manager, Virtualization in Symantec EMEA , “ è di realizzare soluzioni di backup in grado di controllare la crescita dei dati , unificare le piattaforme e semplificare in ultima analisi il processo di backup “ di fronte a una realtà operativa aziendale in cui anche per il backup si replica come per altri ambienti IT una situazione a silo sia per gli applicativi che per i dati.

I prodotti rinnovati da Symantec sono NetBackup 7.5 e Backup Exec 2012 con un’opzione cloud per Backup Exec che sul mercato italiano sarà disponibile più avanti . La chiave di lettura delle due soluzioni è la condivisione di alcune soluzioni tecnologiche pur nella diversità dei target aziendali in cui la chiave di volta è l’unificazione della gestione dei dati in una prospettiva di passaggio al cloud pubblico in particolar modo per le imprese meno dotate di capacità IT interne.

 

A questo proposito Symantec si chiara vendor numero uno per il backup in ambiente Vmware , mentre è confortata dai dati di Gartner che le attribuiscono il 35 per cento del mercato backup/recovery enterprise per fatturato davanti a IBM e EMC.

Meglio orientato a una implementazione in aziende medio piccole e quindi, come da sempre, alla realtà del mercato italiano Backup Exec ha eliminato le complessità per la gestione del backup semplificando anche il licensing ( in analogia con quanto annunciato nei mesi scorsi da VMware). Questo permette alle PMI di avere una strategia professionale per la protezione dei dati senza essere dei professionisti del backup. Nello specifico Symantec presenta Backup Exec Small Business Edition garantendo che le aziende più piccole saranno in grado di impostare la protezione dei dati in meno di 10 minuti e attraverso tre semplici passi.  Il recovery da fisico a virtuale è ora incluso gratuitamente in Backup Exec, semplificando il ripristino grazie alla creazione automatica di una macchina virtuale . La nuova tecnologia backup to virtual (B2V) accelera la migrazione da server fisici a virtuali come parte del processo di backup. Inoltre, Symantec porta Backup Exec.cloud in Europa fornendo una soluzione affidabile e sicura per i clienti che preferiscono un hosted backup automatizzato Symantec introdurrà Backup Exec Cloud DR Option powered by Doyenz per permettere ai clienti di sfruttare la Recovery as a Service (RaaS) cloud per una system recovery nel cloud pianificata e non. Focalizzato sui clienti di Backup Exec, il servizio sarà inizialmente disponibile negli Stati Uniti e si concentrerà su una recovery veloce per gli ambienti VMware.

Per quanto riguarda NetBackup il tema della soluzione enterprise è la velocità . Nelle dichiarazioni dei tecnici di Symantec la finestra di backup si riduce da ore a minuti attraverso una processo innovativo che permette di replicare solo i dati che cambiano con una tecnica che fa evolvere il tradizionale backup di tipo incrementale. NetBackup 7.5 include NetBackup Replication Director per centralizzare la gestione e velocizzare la recovery di centinaia di snapshot replicati. La Replication Director sfrutta le API avanzate della nota interfaccia OpenStorage di Symantec che può legarsi direttamente agli snapshot storage-efficient di NetApp, e alla replication (SnapVault e SnapMirror ) per velocizzare il backup e la recovery. In più per combattere quella che viene definita come “retention infinita dei dati “  la tecnologia inserita nel nuovo NetBackup permette di identificare informazioni e file che possono essere “decommisionati “ senza incorrere nei rigori della violazione della compliance. A questo proposito i tecnici di Symantec indicano l’unicità della tecnologia V-Ray ( comune ai due prodotti ) che opera sui file VMware VMDK e Hyper-V VHD per fornire un ripristino granulare senza copiare o aumentare i dati. V-Ray consente anche la deduplicazione in ambienti fisici e virtuali, con un’unica soluzione. La Virtual Machine Intelligent Policy (VIP) di NetBackup automaticamente rileva e protegge macchine virtuali nuove, spostate o clonate e fornisce meccanismi di backup load balancing per performance ottimali. Fino “ a poter fare il backup del dato sul fisico e recuperarlo sul virtuale”.

I contenuti di Techweekeurope.it sono disponibili su Google Currents: iscriviti adesso!

Commenti




0 replies to Symantec pensa a un backup senza stress che gestisce la crescita dei dati

Lascia un Commento

  • I campi obbligatori sono contrassegnati *,
    L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>