Tracce del 2007 e percorsi per il nuovo anno appena iniziato

Data storageMobilityNetworkSicurezzaWorkspace
0 0 Non ci sono commenti

Eventi e momenti dell’anno scorso che formeranno l’Ict del 2008

Google a macchia d’olio. Google ha passato la maggior parte del 2007 occupandosi di entra re in ogni tipo di business, L’ultimo evento americano è stata la partecipazione alla gara per la banda wireless dei 700 Mhz. Ancora wireless e cellulari con Android, la piattaforma di sviluppo mobile e aperta. Dove si è trovata in una posizione di debolezza (Googletalk) ha aperto la sua piattaforma di messaggistica istantanea ad altri client di chat. Dopo l’acquisto di Youtube nel 2006 , il 2007 è stato per Google anche l’anno del video. Le sua azioni hanno raggiunto quotazioni record. C’è anche il coinvolgimento in un progetto di energia rinnovabile. A quante altre cose penserà nel 2008?


Intel straccia Amd.Tra Intel e Amd, nella prima metà del 2007 sembrava quasi un faccia a faccia. Ma poi qualcosa è cambiato. Intel sull’architettura Core Duo del 2006 ha costruito un vasto ventaglio di tecnologie nel 2007: Core 2 Duo, Centrino Pro, processori a quattro core. Amd si è mossa troppo lentamente. I suoi processori popolano ancora le offerte più economiche di portatili e desktop. Ma i prezzi non sono più inferiori a quelli di Intel e sembra essersi spezzato il binomio di eccellenza nei prezzi e nelle prestazioni. Forse i guai di Barcelona sono stati troppo amplificati. Ma Opteron e server sembravano andare alla grande. Aspettiamo Phenom per il 2008.


I virus tacciono e il phishing diventa intelligente .Gli allarmi per attacchi di virus informatici che facevano in poche ore il giro dei personal computer mondiali, con i loro nomi esotici e paurosi, non si sono più sentiti nel 2007. Le regole del gioco sono cambiate. Nello scorso anno gli attacchi, dicono gli esperti, hanno puntato alla realizzazione di profitti economici. Basta virus che infestano tanti PC e in fondo fanno pochi danni, ora cavalli di Troia e spyware prendono il controllo del sistema e fanno davvero paura. Si creano reti di computer zombie, un esercito potente di computer a basso costo pronti a tutto. Nel mirino commercio elettronico, siti di aste e reti sociali. Poi per i dati personali e delle banche online ci pensa il phishing e la credulità delle persone, anche senza nessun virus. E per il 2008 la caccia continua.


Il backup richiede banda, ecco i 10 Giga su Ethernet .Secondo Infonetics Research, nel 2006 le porte a 10 Gigabit Ethernet in funzione su switch e router erano 300 mila. Nel 2010 dovranno arrivare a dieci volte tanto. I desktop aziendali lavorano ormai a 1 Gigabit . I 10 Gbps servono dunque nel core delle reti. Lo standard Ieee 802.3ae, che definisce i 10 Gbps su Ethernet, è stato ratificato da tempo e si facendo strada nelle reti aziendali molto lentamente. Ma oltre alle esigenze di backup sempre più veloci per quantità di informazioni sempre in aumento, altri fattori potrebbero fare del 2008 l’anno zero dei 10 Gigabit: il basso costo di Ethernet rispetto ad altre tecnologie e l’uso sempre più spinto di contenuti multimediali. La spinta delle nuove velocità si sta facendo sentire anche sull’infrastruttura di carrier e Isp, dove la versione Carrier Ethernet cresce a un tasso del 60 % all’anno. Il traffico raddoppia, ma questo non significa che anche i fatturati crescano al doppio. Dunque ogni tecnologia che dia più banda agli utenti e diminuisca i costi è la benvenuta.


Oracle entra nella mischia della virtualizzazione Vmware, Xen e Microsoft giocheranno le loro carte nel corso di quest’anno. Ma c’è anche un nuovo player nel villaggio della virtualizzazione. Oracle pensa alla virtualizzazione dei server con Oracle VM. Il nucleo di Oracle VM è Unbreakable Unix, la versione Oracle di Red Hat Enterprise Linux che ha acquisito capacità di virtualizzazione con la versione 5.1 Le differenze Oracle iniziano da qui e passano attraverso il file system per il clustering, la gestione affidata al middleware di casa e la certificazione per una decina di soluzioni Oracle. E’ chiaro che la posizione di Vmware, espressa in un suo documento ufficiale, è che Oracle gira meglio in ambiente Vmware. Saranno i clienti a decidere nel 2008.


Wlan , lo standard 802.11n si muove Nel 2007 la WiFi Alliance ha iniziato a certificare i dispositivi che sono in linea con la versione 2.0 del draft dell’Ieee 802.11n. Questo significa in sostanza aver dato il via a vendor e clienti alle attività di acquisizione e utilizzo della nuova versione ultraveloce delle wireless Lan. In prima fila , come spesso accade gli Stati Uniti , che nel corso dell’anno 2007 si sono aggiudicati il primato della prima rete wireless N su larga scala. Si tratta di una rete locale di un college nella parte rurale dello stato di New York. L’infrastruttura della Wlan 11N del Morrisville State College è basta su apparati di Meru Networks, il primo vendor a rendere disponibili access point e dispositivi draft N. La migrazione da una precedente rete 11 A-G ha fatto migliorare le prestazioni delle applicazioni che fanno uso di video e di conferenza online. Università più importanti hanno fatto una scelta diversa: Duke University per Cisco e Carnegie Mellon University per Aruba Networks. Un intero campus per quest’ultima, ma solo a partire dal 2008.


Il 2007 non è stato l’anno del Wimax. E il 2008? Per le sue potenzialità di trasmettere dati , anche a lunga distanza, in modalità wireless e con ampie larghezze di banda iò Wimax avrebbe dovuto essere incornato come “ tecnologia dell’anno “ nel 2007. Questo non è successo negli Stati Uniti , come non è successo neppure in Italia, nonostante il clamore per il bando dell’asta per le frequenza. Solo in Asia e nell’Europa dell’Est, Russia inclusa, stanno arrivando le prime importanti applicazioni metropolitane. Wimax rimandato al 2008, se Intel fornirà i chip – come promesso – i chip per i computer portatili.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore