Tandberg rivisita Content Server

Network
0 0 Non ci sono commenti

Rinnovando la piattaforma Cst, la società rende più flessibile la distribuzione dei contenuti video

La nuova versione del Content Server Tandberg (Cst) aumenta la versatilità di registrazioni video ad alta definizione e di presentazioni multimediali. Arricchiti da una nuova libreria integrata di facile navigazione, grazie a immagini thumb-nail i contenuti di videoconferenza possono essere così semplicemente localizzati e visualizzati attraverso i principali formati streaming media, tra cui Microsoft Windows Media, MPeg 4 compatibile con QuickTime e RealPlayer. In aggiunta, i contenuti registrati possono essere scaricati su dispositivi portatili quali Apple iPod e Microsoft Zune permettendo agli utenti di accedere e visualizzare le informazioni in ogni momento.

Cst consente la registrazione di contenuti da tutti i sistemi di videocomunicazione basati su standard Sip o H.323, offrendo un supporto di video wide-format ad alta definizione nonché funzionalità di editing e librerie per semplificare la creazione e il reperimento di contenuti. Utilizzando un qualsiasi sistema di videocomunicazione, l’utente si connette semplicemente al Content Server per registrare il messaggio. Il Tandberg Content Server cattura fino a cinque chiamate video contemporanee, compresi media aggiuntivi quali presentazioni, documenti, Dvd e altre fonti full motion.

Attraverso una ricca interfaccia di programmazione applicativa Api, la soluzione può essere ulteriormente sfruttata da applicazioni di terze parti: i contenuti video possono essere caricati su un sito Web, o integrati direttamente all’interno di applicazioni di terze parti quali Microsoft Office SharePoint Server, Ibm WebSphere, Accordent Media Management System, Blackboard Learning Systems e altre applicazioni di podcasting offrendo alle aziende la possibilità di trasmettere i messaggi a un pubblico più ampio.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore