SAP e Vodafone insieme per l’IoT

M2MNetwork
0 49 Non ci sono commenti

SAP propone una piattaforma di gestione dei dati provenienti dai dispositivi IoT e Vodafone ci mette la rete per la connettività, pensando ai clienti comuni

SAP e Vodafone hanno dato vita a una partnership collegata al mondo dell’Internet of Things, annunciandola in occasione del CeBIT 2016. Concretamente questa collaborazione prende la forma di una nuova piattaforma per la gestione di una parte degli aspetti collegati alla distribuzione di oggetti sul campo nei progetti IoT, ma si estende più ampiamente a diverse iniziative commerciali comuni.

SAP e Vodafone hanno infatti deciso di collaborare per i progetti IoT dei rispettivi clienti in tutti i mercati che le due società servono congiuntamente. In questo modo le imprese clienti possono da un lato collegare e gestire i dispositivi IoT usando la piattaforma di connettività Vodafone, dall’altro portare i dati che questi dispositivi generano nella piattaforma SAP HANA per abilitare tra l’altro funzioni di manutenzione predittiva. Il vantaggio sta anche nell’interoperabilità certificata per i due ambienti.

Alcune applicazioni dell'IoT in azienda secondo Intel
Alcune applicazioni dell’IoT in azienda secondo Intel

Questa interoperabilità è garantita dalla novità di prodotto: la IoT foundation for SAP HANA. Questa piattaforma ricava dati di stato e tra l’altro di utilizzo di banda da qualsiasi dispositivo IoT che abbia una SIM e li combina in visualizzazioni integrate delle informazioni in modo che un cliente – si suppone di grandi dimensioni – possa avere una visione unificata di infrastrutture IoT distribuite anche in tutto il mondo. L’obiettivo è anche quello di semplificare, proprio grazie a questa visione unica, l’acquisto e la gestione dei servizi di rete dati wireless in funzione delle applicazioni IoT che si devono distribuire.

Nel commentare la collaborazione SAP e Vodafone hanno entrambe sottolineato come le partnership saranno un elemento chiave per affermarsi nel mercato nascente dell’IoT, dove non è pensabile che un’azienda da sola possa fare tutto o quasi, dalla connettività alle applicazioni sino all’analisi dei dati. Per questo è necessario creare un ecosistema con diversi partner chiave e complementari.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore