Rfid, Ibm contro la contraffazione dei farmaci

Network
0 0 Non ci sono commenti

Una soluzione Websphere per il tracciamento di farmaci con tag Rfid

Una delle applicazioni emergenti della tecnologia Rfid è quella del controllo dell’autenticità dei farmaci attraverso la loro catena distributiva. Ibm ha reso disponibile una soluzione che permetterà alle aziende farmaceutiche di creare un certificato elettronico di autenticità (noto come pedigree elettronico o ePedigree) per ogni farmaco che passa attraverso la catena logistica.
La soluzione permette a tutte le parti coinvolte nella catena logistica del farmaco ? produttori, distributori, farmacie e ospedali ? di proteggere e di accedere su richiesta ai dati storici dei singoli flaconi o confezioni di medicinali.

La funzione ePedigree è una caratteristica chiave della nuova versione di WebSphere Rfid Information Center un data repository che permette di gestire in modo efficiente e di condividere in modo sicuro le informazioni con i partner commerciali per autenticare i prodotti farmaceutici.
L’offerta Ibm è stata progettata per gestire ed aggregare i numeri di serie dei prodotti, in modo da consentire l’elaborazione negli stabilimenti di produzione, nei centri di distribuzione, nelle farmacie e negli ospedali. WebSphere Rfid è in produzione presso alcuni grandi produttori globali di farmaci. I clienti che utilizzano la nuova versione di Information Center possono stabilire le regole secondo le quali le loro catene logistiche devono lavorare e anche cosa accade se si verifica un’eccezione a tali regole. Per assicurare questa flessibilità IBM ha integrato nel suo prodotto il Coral8 Engine, software di elaborazione di eventi complessi derivante dal Coral8. La nuova funzionalità ePedigree di Ibm permette ai clienti di essere conformi alle nuove ed emergenti norme utilizzando Rfid oppure codici a barre 2D oppure una loro combinazione. Oltre ad essere completamente compatibile con la norma EPCglobal Electronic Product Code Information Services , il prodotto si integra anche con i sistemi master di dati dei clienti, in modo da fornire un’ulteriore possibilità di business con l’utilizzo delle informazioni sul prodotto, sulla localizzazione e sul fornitore.

Ulteriore novità di Rfid Information Center versione 1.1 è il potenziamento degli strumenti di reporting e delle funzioni di allarme. La funzione di reporting permette ai clienti di accedere ai dati e analizzarli utilizzando report basati su browser. Attraverso la nuova funzione di allarme, si possono rapidamente rilevare anomalie della catena logistica, quali ad esempio una spedizione in ritardo, e generare così messaggi di allarme presso il personale addetto

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore