Nokia ha completato l’acquisizione di Navteq

MobilityNetwork
0 0 Non ci sono commenti

La società concentra gli sforzi sui dispositivi di navigazione e le mappe per i pedoni

Completata l’acquisizione di Navteq , Nokia utilizzerà le sue mappe per aiutare i movimenti di chi gira a piedi con dispositivi personali di navigazione , lasciando ad altri il mercato della navigazione su autoveicoli.

La rivale TeleAtlas, contesa da Tom Tom e altri, potrebbe continuare a focalizzarsi sulle soluzioni di navigazione in auto, anche se ovviamente sarà libera di offrire le sue mappe anche a fornitori di smartphone e Pda.

Dunque il futuro degli utenti di cellulari Nokia nel mondo sarà di disporre di mappe dettagliate per girare a piedi nelle città, ma anche di contribuire a condividere le loro informazioni per mantenere le mappe aggiornate a disposizione di tutti. Si tratta , spiegano in Nokia, di portare il mercato della navigazione assistita fuori dalle consuete attività a bordo degli autoveicoli , per andare a realizzare quelli che in Nokia chiamano Personal Navigation Device.
La tecnologia di localizzazione e i punti di interesse cambiano quando gli utenti si muovono a piedi.

E’ necessaria una maggiore precisione, nell’ordine di poche decine di metri, nell’individuazione dei punti di interesse, come potrebbe essere ad esempio l’ingresso di una metropolitana. Nokia ha da poco iniziato ad offrire anche in Italia mappe e dati sui cellulari di chi si muove.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore