Nastri virtuali, Falconstor, Ibm, Emc e gli altri

Network
0 0 Non ci sono commenti

Il mercato delle soluzioni Vtl sta esplodendo e le società si muovono in
ordine sparso. Ma al centro c’è spesso Falconstor

Se le tecnologie software di virtualizzazione dei nastri, le cosiddette soluzioni Vtl, sono il tema caldo del momento per quanto riguarda la protezione dei dati e la gestione del loro ciclo di vita all’interno delle aziende, allora Falconstor si trova ad essere al centro dell’attenzione di questo momento. Su www.databusiness.it si è già riferito della visita lampo in Italia dagli headquarter europei di alcuni responsabili della società che dedicherà molto presto un team di vendite anche al nostro mercato, al momento seguito da Parigi soprattutto per il supporto tecnico. Il fatturato europeo di Falconstor è al momento limitato al 17% di quello totale , ma la cosa non deve stupire tenendo conto che questo tipo di società vive come altre del settore storage di accordi Oem ( nel caso specifico 42% dei ricavi). Ma proprio questo fatto rende Falconstor una società oecalda?. Per citare solo due grandi clienti, Emc rimarchia il prodotto Falconstor come Clariion Disk Library, mentre Ibm deriva da Flaconstor il suo Virtualization Engine Ts 7510.

La soluzione software Vtl di Falconstor può essere realizzata sul prodotto principe della società, quell’ IpStor che su Ip e Fibre Channel, è il vero motore del business della società ed è piaciuto a 2 mila aziende nel mondo. E’ dunque facile per i responsabili dell’azienda analizzare i dati di mercato per le soluzioni Vtl di Gartner e indicare che tre su quattro dei primi fornitori Vtl ( Emc, Ibm e Sun, via Storagetek) lavorando con Falconstor. I rivali sono Diligent ( Hp) e Quantum.

La soluzione Vtl di Falconstor, sulla quale Emc si è da poco impegnata fino al 2013, attraverso il consolidamento della gestione delle risorse di backup, migliora l’affidabilità dei processi di salvataggio e velocizza il ripristino dei dati. L’architettura della soluzione, senza costringere l’utenza a mettere mano alla configurazione del software di backup, sfrutta i nuvoi dischi ad alta velocità per garantire il backup dei server collegati alle San su Fibre Channel o su Iscsi/Ip. I rapporti di Falconstor con Ibm, che hanno dato luogo a metà aprile a voci insistenti di acquisizione della società da parte di quest’ultima, si sono rinsaldati in questi giorni con l’annuncio da parte di Ibm con disponibilità nel prossimo mese del primo importante rinnovo in due anni delle sue Vtl basate su tecnologia Falconstor.
In giugno Ibm metterà a disposizione della sua clientela una versione di Vtl basata su sistemi open ( Ts 7520) che utilizzerà disk drive da 500 Gb e fornirà un capacità totale fino a 884Tb che presenterà al sistema fino a 512 nastri virtuali. Con l’adozione a breve di dischi da 750 Gb la capacità salirà a 1,3 Petabyte.

Ma gli analisti di mercato, in particolare il Taneja Group, fanno notare che se nel cuore delle principali soluzioni Vtl c’è Falconstor, in questo momento Vtl sta diventando a sua volta una tecnologia critica. Solo poco tempo fa la capacità di presentare al sistema It un disco come un nastro era un mezzo facile per i fornitori per vendere più dischi e per gli utenti di rendere più veloci le operazioni di backup e recovery.
L’introduzione delle tecnologie di deduplicazione nelle soluzioni Vtl ha dato un nuovo impulso a queste soluzioni che sono diventate un mercato a sé. Qui le stime sono di un miliardo di dollari di valore entro la fine del decennio in corso. E su questo concordano sia Idc e che Taneja Group.

Data Domain che offre una tecnica di deduplicazione concorrente a quella di Falconstor sta per chiedere di entrare in Borsa, come ha fatto Falconstor nel 2004. Ma in Falconstor promettono sviluppi anche in questo campo attraverso l’utilizzo di un Single Instance Repository che ottimizza a sua volta l’efficienza dello storage Vtl senza impatto sulle prestazioni del backup e migliorando la facilità di recupero delle informazioni anche da siti geograficamente remoti.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore