Motorola testa la continuità del servizio fra 3G e super 3G

Network
0 0 Non ci sono commenti

Proposta, per la prima volta, la dimostrazione di “handover” fra una rete Cdma/Ev-Do Rev-A e una Lte

Secondo Motorola, si tratta di una vera e propria première. Il produttore di strumenti di rete ha appena realizzato con successo il passaggio di chiamata (handover) in voce su Ip e di streaming video fra la rete Cdma (utilizzata principalmente negli Stati Uniti) e una di tipo Lte. Questo è avvenuto senza alcun blocco nella comunicazione.

Nella sperimentazione allestita da Motorola, ogni terminale si spostava automaticamente sulla rete Cdma ogni volta che veniva persa la connessione Lte. Quest’ultima, presentata come il futuro delle reti di comunicazioni mobili attuali, promette a medio termine (2009-2010) tassi di velocità pari a 100 Mbit/s in linea discendente (download) e di 50 Mbit/s in linea ascendente (upload).

Al di fuori di questa sperimentazione, Motorola ha dotato alcuni pc portatili e altri strumenti mobili di trasmettitori radio che supportano i due protocolli. L’obiettivo del produttore era di dimostrare che gli operatori possono passare da un’architettura di rete all’altra senza scossoni. Ciò vuol dire implementare le tecnologie Lte un poco per volta, senza perderci in qualità del servizio.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore