Microsoft mette il cappello sulla comunicazione integrata

Network
0 0 Non ci sono commenti

Gates : l’innovazione aveva lasciato indietro la voce e il telefono. Raikes
(Microsoft):l’era della comunicazione discontinua è finita.
Gli analisti: con Cisco in rotta di collisione, ma la coesistenza vincerà

Come il mainframe è stato mandato in pensione dal personal computer e dal software di Microsoft, così i tradizionali centralini Pbx di tipo analogico saranno velocemente resi obsoleti dalla nuova soluzione di comunicazione integrata di Microsoft: ? Sip, la modalità di far partire la conversazione, è un protocollo standard molto ricco sul quale costruire soluzioni?.

Questa la sintesi dell’intervento di Bill Gates a San Francisco per il lancio di un prodotto che in Microsoft ritengono l’annuncio dell’anno, con un peso analogo a quello di Windows Vista dello scorso anno. In Italia l’annuncio ufficiale del software per la comunicazione integrata è avvenuto al termine di una giornata- evento cui hanno partecipato quasi 800 persone.
Ma, nelle intenzioni di Microsoft, la nuova e complessa piattaforma software di comunicazione che entrerà a far parte di offerte integrate adatte alle aziende più piccole da parte di Hp e Nortel , partner di ferro di Microsoft nella lotta contro la visione di Cisco della unified communication , sarà anche uno strumento per molti partner e provider di telecomunicazioni di varia estrazione per aggiungere integrazioni e costruire soluzioni allargate, ad esempio , a sistemi di call center , di help desk e di apprendimento a distanza.
Nel nostro paese Microsoft ha già radunato attorno all’annuncio una dozzina di partner . Elencando si tratta di Hp, Interoute, Piemme Telecom, Plantronics, Nortel, Seltatel, Ds Group, Gn Netcom e Sintel.
Ma è soprattutto sull’interoperabilità che punta Microsoft che per questo ha annunciato un programma di qualificazione dei sistemi di telefonia per garantire ai clienti il funzionamento del software di comunicazione integrata con i sistemi di telefonia esistenti. Coinvolta nei progetti anche la naturale estensione del sistema verso la videoconferenza. Ad esempio Tandberg ha già annunciato piani per la creazione di una soluzione che adotta il software di comunicazione di Microsoft.
I vari pezzi che compongono la soluzione troveranno impiego in un nuovo Competence Center dedicato alla voce su Ip che a Milano avrà l’obiettivo di aiutare soprattutto le organizzazione pubbliche nel processo di adozione del VoIp.

La penetrazione di mercato di questa economica modalità di comunicazione è oggetto di una nuova ricerca commissionata da Microsoft che , come spiegano in azienda, vuole coprire aree ancora rimaste poco esplorate dalle due tradizionali ricerche accademiche sul mercato italiano effettuate da Sda Bocconi e Politecnico. Accanto alla ?sopravvivenza? di centralini analogici in quasi il 32 % delle aziende intervistate , che possiedono da 0 a 250 posti di lavoro, la ricerca ha registrato una sorprendente modernità di installazioni in altre : un altrettanto solido 32,5% delle aziende dispone già di un sistema VoIp, sia esso un Pbx di tipo Ip, una semplice applicazione su personal computer o anche un vero è proprio sistema di comunicazione unificata. In quest’ultimo caso è Live Communications Server di Microsoft che con quasi il 36% supera Call Manager di Cisco o Lotus Sametime di Ibm.
L’analisi della nuova piattaforma fa scoprire i diversi moduli che la compongono. Le due novità sono Office Communications Server (Ocs) 2007 e Office Communicator 2007. Ocs 2007 offre funzionalità VoIp, video , di messaggistica istantanea, di conferenza e di gestione della presenza (o della disponibilità personale, come preferiscono chiamarla in Microsoft ). Punto di forza è ovviamente l’integrazione con le applicazioni basate sull’ Office System e , ma solo per i prossimi rilasci, con Erp e Cmr della famiglia Dynamics. Il software client unificante è Office Communicator 2007.
Per le più specifiche attività di collaborazione in conferenza con condivisione di file, video e documenti Microsoft ha messo a punto una nuova versione di Live Meeting. Per la realizzazione di una sala di videoconferenza viene riproposta la telecamera a 360 gradi del sistema RoundTable. Sulla sua strada verso il mercato, Ocs 2007 trova in Italia un piccolo gruppo di early adopter di prestigio: Ferrari Corse, Poste Italiane, Banca Carige, Gruppo Gucci.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore