L’Oasis sostiene le estensioni umane di Bpel

Network
0 0 Non ci sono commenti

Il linguaggio standard ha da poco ottenuto l’approvazione della propria versione 2.0

Circa nove mesi dopo l’approvazione della versione 2.0 dello standard Bpel da parte dell’Oasis, si profila all’orizzonte l’estensione per i task umani. Il Business Process Execution Language è uno strumento standard destinato a descrivere le interazioni dei servizi che formano i processi. Al momento, non ha come obiettivo quello di gestire le interazioni con gli utenti, ma dei lavori su questo aspetto di Bpel, chiamati Bpel4People, sono in corso da diverso tempo.

Adobe, Bea, Ibm, Oracle e Sap hanno elaborato le specifiche Ws-Bpel Extension e Ws-Human Task, proprio per gestire gli aspetti di interazione con gli operatori umani. Il copresidente del comitato Bpel dell’Oasis, John Evdemon, ha appena annunciato la creazione di un sottocomitato per studiare queste specifiche e permettere, a medio termine, di includere questi task umani all’interno dei processi e di esporli come servizi Web.

Oasis (Organization for the Advancement of Structured Inforamtion Standards) gestisce una gran numero di standard aperti legati a Xml e ai Web services.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore