La cybercriminalità attacca con nuove tecniche

Network
0 0 Non ci sono commenti

Estensione alla mobilità, concentrazione sul settore bancario e social
networking sono terreni privilegiati per nuove offensive.

L’economia parallela della cybercriminalità si estende senza sosta. Nuove tecniche, che spaziano dallo spam agli Sms, dai giochi di lotteria ai cavalli di Troia nascosti dietro normali utilità, le modalità di attacco si moltiplicano e ormai hanno individuato nei dispositivi mobile un nuovo vettore di trasmissione. Come citato in un recente rapporto di F-Secure, diversi software-spia sono già stati rilevati su telefoni portatili che funzionano sotto Windows Mobile o Symbian S60.

Sempre secondo F-Secure, il settore bancario continua a essere fra i bersagli preferiti dalle frodi via Internet. I cybercriminali integrano nuove tecnologie nei loro attacchi. Oggi, infatti, sono capaci di sorvegliare da vicino le attività finanziarie on line degli utenti. F-Secure prova a rassicurare, indicando che una potenziale soluzione è sul punto di vedere la luce. I fornitori di soluzioni di sicurezza informatica, infatti, prevedono che un dominio di primo livello inaccessibile ai cybercriminali, come un .bank, potrebbe frenare i principali tentativi di phishing.

Infine, un’altra particolarità apparsa nel primo semestre del 2007 è il legame fra criminalità informatica e situazioni politiche instabili. Il fenomeno ha preso una certa consistenza con i recenti avvenimenti accaduti nell’Europa dell’Est.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore