Ipv6 si radica nei Dns Internet

Network
0 0 Non ci sono commenti

Lo standard è ormai parte integrante dei server incaricati di gestire il traffico Web mondiale

Da qualche giorno, sei dei tredici server Dns di base, ovvero quelli che si occupano di reindirizzare le richieste verso i server Dns che gestiscono i Tld (Top Level Domain), hanno integrato il protocollo Ipv6, alias Ipng (ovvero Ip di nuova generazione). Detto in altro modo, i server sono ora in grado di ricevere una richiesta in formato Ip nella versione 6 e tradurla in un nome di dominio.

Volendo esporre un dato che misuri il miglioramento del passaggio dalla versione 4 alla 6, basta pensare alle centinaia di miliardi di indirizzi Ip codificati a 128 bit, contro i soli 4 miliardi codificati a 32 bit. Ma Ipv6 significa anche un’accresciuta intelligenza del protocollo, cui si aggiunge, in particolare, l’integrazione della nozione di sicurezza e di qualità del servizio a livello di protocollo, oltre a un’ottimizzazione delle guide, per semplificare e accelerare il routing.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore