Huawei, reti ottiche per il tutto Ip

Network
0 0 Non ci sono commenti

Disponibilità di servizi e costi ridotti

Huawei è presente in forze al C5 World Forum di Milano. Ormai fornitore di Telecom Italia per le reti ottiche di tipo metro è entrata far parte anche di una dimostrazione di applicazione di reti in fibra ottica a supporto di IpTv, con una collaborazione dal vivo a vari livelli con Italtel, Pirelli Broadband Solutions ed Alcatel Lucent attorno alla piattaforma Microsoft di IpTv. Ma la novità che Huawei ha portato a Milano riguarda la sua più recente piattaforma di trasporto ottico multiservizi intelligente che aderisce alle specifiche G.709. Questo soluzione viene proposta ai carrier come un mezzo di riduzione delle loro spese operative e di investimento in conto capitale per indirizzare i nuvi servizi dati e video che sono alla base della realizzazione delle nuove reti convergenti.

Come ha sottolineato in sede di presentazione Jeffrey Gao, vicepresident per la divisione ottica di Huawei, la soluzione è una novità per il mercato europeo, ma ha già ricevuto il battesimo dell’operatività sul mercato di riferimento cinese con due operatori, China Netcom e China Telecom. I quattro sistemi della serie Osn ( Optical Switched Network ) consentono di realizzare una soluzione end to end che parte da un nucleo di accesso metropolitano, aggrega linee sulla rete metro e arriva fino al backbone della rete.
I costi per i carrier si riducono in quanto questa soluzione combina sulla stessa piattafroma le funzionalità di commutazione standard di tipo Otn (Optical Transport Network) con i servizi messi a disposizione dalla multiplazione di tipo Wdm ( Wavelenght Division Multiplexing).
Su questa base il sistema è in grado di supportare una serie di servizi essenziali per i carrier che riguardano l’operatività , la gestione e la manutenzione. In particolare in Huawei citano la protezione e l’instradamento del traffico in caso di guasti o cadute accidentali del collegamento ottico sulla fibra.

Anche sulle reti ottiche Huawei ha raggiunto una posizone di leadership : alla fine dello scorso anno la società cinese aveva già installato oltre 520 mila unità in più di 100 paesi conquistando oltre a Telecom Italia , altri carrier europei come Bt, Kpn, Telefonica, Belgacom e Neuf.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore