Emc aggiunge il supporto di Vmware a Invista

Data storageNetworkSoftware
0 0 Non ci sono commenti

La soluzione di virtualizzazione dello storage si integra con quella dei server in ambiente Vmware

A poco più di due anni dalla presentazione di Invista, Emc ha annunciato il primo aggiornamento della sua soluzione di virtualizzazione dello storage che avrà la capacità in integrarsi con i server virtualizzati dall’ambiente Vmware. Entro la fine di quest’anno dovrebbe poi fare la sua comparsa un aggiornamento riguardante la messa in comune e il mirroring di risorse di storage eterogenee.

Con Invista 2.0 il numero dei volumi virtuali messi a disposizione della macchina host sale da 4 mila a 8 mila con il supporto simultaneo anche di 40 sezioni di mobilità. Con l’uso del Replication Manager, secondo i tecnici di Emc, si riesce a integrare la virtualizzazione dei server con quella delle risorse di storage. Invista fa leva sugli switch per Storage Area Networks di Cisco e Brocade per gestire le funzioni di input/output per le aziende con ambienti di storage di tipo eterogeneo. Invista è una soluzione di virtualizzazione dello storage in rete a che gira sugli switch intelligenti o sui director di una San.

Invista utilizza le funzioni specializzate di questo tipo particolare di switch per eseguire le operazioni di I/O e tutte le altre attività di virtualizzazione ad altissima velocità. La virtualizzazione dello storage consente di ottenere volumi virtuali che formano un ambiente dinamico all’interno del quale le risorse fisiche di storage possono essere spostate e cambiate rapidamente senza interrompere le attività. Con Invista i dispositivi di storage distribuiti vengono raggruppati in un’unica risorsa logica comune con la quale gestire le diverse informazioni aziendali.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore