Critical Path e i servizi di messaggistica per gli operatori

Network
0 0 Non ci sono commenti

Crescita sostenuta anche in Italia. La piattaforma Memova in rapido sviluppo

Le community e il social networking, con il corredo di gestione di file , foto, filmati oltre la messaggistica, sono le aree in cui si svilupperà l’offerta di soluzioni che Critical Path tradizionalmente propone a service provider e carrier.
Il taglio in più , come conferma a Network NewsRenato Miletti, vicepresident Southern Europe & Mea di Critical Path, sta nell’estensione alla mobilità di questi servizi business to consumer che la società già ora offre per la parte fissa.

Miletti anticipa che a breve il portale Libero, con il quale Critical Path collabora da tempo per la messaggistica fissa e mobile , aprirà a questa linea di sviluppo di community, prima sul web e poi in mobilità.
Lo sviluppo delle attività decennali in Italia di Critical Path, che collabora con i principali carrier italiani e provider italiani, ha seguito la strada che passa dalla gestione della messaggistica e della poste elettronica agli strumenti di sviluppo di community, partendo dal fisso e arrivando al mobile. Sul mobile la piattaforma di messaggistica di tipo push si chiama Memova.
Miletti ricorda alcuni dati: 11 milioni di utenti di messaggistica di Tiscali e 14 milioni di utenti di Libero sono supportati dai servizi professionali e dalla tecnologia di Critical Path: ?Abbiamo fatto la posta elettronica su Internet?.
Nelle parole di Miletti, la filiale italiana si profila come un caso di successo anche all’interno della società che realizza tra il 60 e il 70% del suo fatturato verso gli operatori fissi e mobili. La società cresce ancora in Italia a un ritmo del 15% all’anno. Nel nostro paese realizza attorno al 35 % del fatturato totale di 53 milioni di dollari. In Italia il restante 30 % proviene dalle applicazioni di messaggistica e di posta certificata ad uso aziendale in grandi organizzazioni soprattutto del settore bancario.

In un momento in cui gli operatori mobili sono alla ricerca di nuovi servizi a valore aggiunto che bilancino il decremento di fatturato del traffico a voce che sta toccando anche loro, le piattaforme di messaggistica come Memova, in grado di operare con terminali poco sofisticati e senza richiedere operazioni di configurazione, offrono un cammino di crescita per l’utenza consumer alla ricerca di applicazioni di messaggistica più sofisticata dei tradizionali Sms e costruendo sugli insuccessi commerciali del servizio Mms.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore