Cisco: il video sarà su Ip

Network
0 0 Non ci sono commenti

L’esplosione dei dati trasmessi via Internet si basa sulla comunicazione
video

L’aumento della quantità di dati che sono trasmessi attraverso internet è enorme. I più recenti studi di Cisco prevedono che il volume di dati trasmessi e ricevuti online da 20 case americane nel 2010 sarà equivalente all’intero traffico internet che transitava sulla Rete nel 1995.
E l’avanzata non si ferma: il traffico internet globale raddoppierà ancora ogni due anni da qui al 2011. Già oggi ogni mese su internet transitano 8 Exabyte di dati, che nel 2011 diventeranno 28. La diffusione crescente dei contenuti video è il principale fattore che trainerà l’esplosione del traffico internet mondiale e che, in particolare, porterà nel 2008 al sorpasso fra casa e azienda: nel 2008 infatti il traffico generato dalle utenze residenziali sarà maggiore di quello generato dalle utenze business, e crescerà complessivamente del 58% entro il 2011.

Elemento portante della diffusione del video sarà la sempre più ampia disponibilità di collegamenti a larga banda.
Altri dati che emergono dallo studio Cisco:
– nel 2011 il 30% del traffico internet residenziale complessivo sarà costituito dalla visione di video in streaming su siti web e dal download di filmati (nel 2006 era il 9%)
– il traffico peer-to-peer, ovvero dovuto allo scambio di file tra utenti attraverso siti e programmi specifici, quadruplicherà da oggi al 2011
– nel 2006 la dimensione stimata del video su internet era di 120 Petabyte al mese, che equivalgono all’ intero traffico transitato sulla rete internet Usa (backbone) nel 2000

Le applicazioni che Cisco definisce come video-to-tv (trasmesse tramite Ip ma destinate allo schermo televisivo) cresceranno di 10 volte da oggi al 2001. Si tratta di nuovi contenuti sofisticati e di alta qualità, che sono fruiti tramite le connessioni ad internet a banda larga

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore