Cisco, i consumatori al centro

EnterpriseNetwork
0 0 Non ci sono commenti

John Chambers, ceo di Cisco, riparte dalla rete: la mobilità è la combinazione di network (e non di dispositivi). In video, il suo discorso al Mobile World Congress

Dopo i ceo di Vodafone, Nokia e China Mobile, sul palco del Mobile World Congress è il momento di John Chambers, ceo di Cisco. Esordisce con una battuta che gli vale una risata: “Se sarete d’accordo con tutto quello che dirò oggi, avrò fallito miseramente”.
Dopo ceo che hanno sottolineato la crescita spasmodica del mercato mobile, unica nel suo genere (3 miliardi di abbonamenti oggi nel mondo), Chambers focalizza l’attenzione sul futuro e sugli utenti: la nuova fase dello sviluppo del mercato non sarà guidata dal business ma dai consumatori, che chiedono servizi. “E’ importante capire gli utenti, business e consumer, individuare cosa vogliono, parlare alle loro community.”

La mobility non è una questione individuale, ma di gruppo. Il punto è riuscire a connettere ogni dispositivo a ogni network, ovunque e sempre.“La mobilità non è legata a particolari device, o a particolari tecnologie e servizi. E’ questione di network, di come si connettono i dispositivi per accedere a qualsiasi contenuto presente in qualsiasi rete. In sintesi, è una combinazione di network.”

La strategia sposa le soluzioni di Unified Communications, sulla quale Cisco lavora da anni, e che sarà tema ricorrente al Cisco Expo, a Milano a fine mese (26 e 27 febbraio). Nel video, il suo discorso al Mobile World Congress di Barcellona.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore