MobilitySmartphone

Smartphone, di che sistema operativo sei?

mobile-feat
0 3 Nessun commento

L’ultima edizione del Mobility Report di Ericsson evidenzia alcuni dati sulla fedeltà dei consumatori al sistema operativo del proprio smartphone, un business da 1,3 miliardi di pezzi. I dati più interessanti

Ericsson ha rilasciato il suo Mobility Report per fotografare lo stato dell’arte sull’utilizzo dei device, sugli andamenti del traffico mobile sfruttando la banda larga e cu come cambia il comportamento degli utenti passando da uno smartphone vecchio a un nuovo modello, anche con la conseguenza del cambio del sistema operativo. Quello degli smartphone è un mercato che nel 2015 vale circa 1,4 miliardi di pezzi, con un tasso di crescita anche degli abbonamenti al traffico in mobilità di circa il 10 percento fino al 2021.

Un primo dato di una certa importanza è che gli utilizzatori, quando cambiano lo smartphone, restano fedeli al proprio sistema operativo nell’80 percento dei casi, ma forse fa anche più impressione il fatto che nei mercati matura il 60 percento di chi possiede un dispositivo Apple iOS è passato all’ultimo modello lanciato sul mercato da un dispositivo che aveva un solo anno di vita.

Ericsson Mobility Report
Ericsson Mobility Report

Significa grande attenzione e sensibilità all’offerta di una nuova proposta e quindi per il produttore la possibilità di poter contare su un’ampia porzione di clienti ‘predisposti’ già predisposti al cambiamento per quanto già soddisfatti del proprio dispositivo.

E’ vero che Android e iOs sono e rimarranno, almeno per i prossimi due anni i sistemi operativi di riferimento. Il primo con un market share intorno all’80 percento, spalmato su centinaia di brand, il secondo con circa il 15 percento di marketshare, appannaggio esclusivo di Apple.

I dati del report di Ericsson evidenziano complessivamente un’alta percentuale di fedeltà. In media, ogni mese del 2015 l’1,7 percento degli utenti di smartphone Android ha cambiato device e di questa percentuale solo lo 0,3 percento ha scelto Apple. Allo stesso modo, l’1,1 percento di utenti iOS è passata a un nuovo modello e solo lo 0,1 percento ha scelto Android. Complessivamente l’82 percento degli utenti Android e il 73 percento degli utenti iOS ha perseverato, nel cambiamento, continuando a scegliere il medesimo sistema operativo. Questo invece non vale per gli utenti di Windows. In questo caso ben il 60 percento è passato ad Android e il 15 percento ad iOS e solo il 20 percento è rimasto fedele riacquistando Windows Phone.

Ericsson Mobility Report
Ericsson Mobility Report, come cambia il passaggio da Android e Windows ad iOs quando è vicina la data del lancio di un nuovo device iOS

Se il mercato corrispondesse a tutti gli effetti a quanto fotografa Ericsson sarebbe davvero difficile pensare a un 2017 con un market share per Microsoft superiore al punto percentuale. Dal Report si evince inoltre che vale la regola secondo la quale più lo smartphone è di fascia alta, più è alta la fedeltà del consumatore verso quel sistema operativo. Allo stesso modo l’innesto nel mercato di nuovi modelli aumenta significativamente il tasso di fedeltà, per esempio il tasso di fedeltà degli utenti iOS nelle due settimane dopo il lancio di un nuovo modello è aumentato dal 73 al 93 percento, mentre è registrato anche che nello stesso periodo, il tasso di fedeltà degli utenti Android è sceso dall’82 al 76 percento.

Per quanto riguarda il consumo di banda invece, sembra fisiologico ed è corretto pensare che con lo smartphone nuovo si registrino incrementi del traffico dati significativi, e infatti Ericsson li stima nel proprio Report tra il 20 e il 45 percento per ogni SIM, questa percentuale è più significativa nei mercati meno maturi, ma va anche messa in relazione con l’esigenza di scaricare le app sul device nuovo.

Nel 1998 inizia la sua esperienza nel mondo IT in Mondadori e partecipa alla nascita di Web Marketing Tools di cui coordina la redazione. Redattore esperto di software per PC Magazine, e caporedattore di ComputerIdea, segue da circa 20 anni l'evoluzione del mondo hardware, software e dei servizi IT in un confronto continuo con le aziende leader del settore

Seguici