Ricerca in azienda, Microsoft punta a Fast. Ma ci sono anche…

EnterpriseMobilityWorkspace
0 0 Non ci sono commenti

Un’offerta per la società norvegese per arricchire Sharepoint e i tool di BI

Nella giornata di addio alle scene di Bill Gates in versione “guitar hero” , Microsoft dimostra di voler fare sul serio per il software professionale di ricerca e annuncia la volontà di acquisire la norvegese Fast ( Fast Search and Transfer) per 1, 2 miliardi dollari. L’integrazione delle soluzioni di ricerca intelligente sulle intranet aziendali di Fast con Sharepoint indicano l’intenzione di Microsoft di crescere non solo nel software di search per i consumatori , ma anche in quello più sofisticato e analitico che è oggetto delle richieste della fascia più alta del mercato aziendale, che non si accontenta di soluzioni come Search Server 2008 ( anche in versione Express) che già si basano sulla piattaforma SharePoint Server 2007. Gli esperti ricordano che Microsoft già dispone di laboratori di sviluppo software a Cambridge e Copenhagen che potrebbero lavorare in sintonia con quelli di Fast in Oslo. L’azienda norvegese ha dato il suo gradimento all’offerta di acquisto che dovrà essere approvata dall’assemblea degli azionisti entro la metà di quest’anno.

Sul fronte del search intelligente delle informazioni i tooll di livello enterprise dei rivali di Microsoft sono quelli di sempre, Google in versione appliance, e Autonomy, da poco impegnata anch’essa in operazioni di acquisizione a completamento del suo portafoglio di offerta. In questi giorni proprio Zantaz, un’ azienda acquisita dal gruppo Autonomy, ha annunciato con Desktop Legal Hold una soluzione che abilita i dipartimenti legali e IT delle aziende ad esercitare un controllo in remoto sui PC desktop e portatili dei dipendenti. A differenza degli altri sistemi, Desktop Legal Hold non richiede una connessione continua alla rete per reperire le informazioni. I dati e i metadati sono infatti archiviati localmente, in modo continuo e in tempo reale. Le informazioni così custodite possono poi essere recuperate quando si crea una connessione Internet. Prima applicazione di questo tipo, Desktop Legal Hold consente di superare le problematiche relative alla mancanza di sincronizzazione tra le informazioni custodite nella rete e quelle che si trovano sui notebook. Basata sulla piattaforma Idol (Intelligent Data Operating Layer) di Autonomy, Desktop Legal Hold permette di custodire le informazioni in modo automatico e continuativo utilizzando uno spettro completo di regole basate su parole chiave, operatori booleani, metadati e ricerche concettuali per ridurre significativamente il volume dei dati, identificando in maniera intelligente tutte quelle informazioni che hanno una rilevanza ai fini delle norme legali di mantenimento dei documenti.

Altro rivale di Fast per il search aziendale è Exalead. Alla fine dello scorso dicembre la software house aveva reso disponibile Exalead one:enterprise 4.5 nella versione OEM. La versione OEM è stata specificamente studiata per tutti i fornitori indipendenti di software : la tecnologia Exalead, in questo modo, può essere incorporata facilmente nelle applicazioni software per fornire agli utenti un punto unificato d’accesso alle informazioni. La nuova versione si contraddistingue anche per la tecnologia di ricerca unificata che risulta essere perfetta per la business intelligence, il management del rischio e le soluzioni di archiviazione delle mail . Il tool è adatto per piattaforme a 32 e 64 bit, inclusi i sistemi multicore, dei più importanti sistemi operativi quali Unix, Linux, Solaris e Windows ed è compatibilmente con gli standard tecnologici XML, HTTP/REST, Java e .Net.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore