L’informatica sorpassa le telecomunicazioni

Mobility
0 0 Non ci sono commenti

Tassi di crescita più sostenuti nel comparto informatico (+ 3,6%). Le telco
rallentano (+ 2,1%). I dati rilasciati European Information Technology
Observatory (Eito) mostrano una crescita tendenziale in linea con la dinamica
del Pil

Vale 644 miliardi di euro il mercato europeo dell’Ict nel 2006. Il dato è contenuto nell’aggiornamento dell’analisi condotta annualmente dall’EuropeanInformation Technology Observatory (Eito) che indica come l’andamento percentuale sia nell’ordine del 3,1% di crescita, contro il 4,1% dello scorso anno e il 3,8% del 2004. Per il 2007 le previsioni parlano di un mercato che tende ai 663 miliardi di euro con una crescita del 2,9%. I dati sono relativi a tutti i Paesi dell’Unione europea con l’esclusione di Malta e Cipro.
L’andamento della crescita anno su anno tra il 2004 e il 2007 ricalca quello del Pil che nel 2006 cresce del 2,6% e nel 2007 si prevede avrà un incremento leggermente più contenuto, pari al 2,1%. La fetta maggiore del mercato complessivo è appannaggio dei servizi di comunicazione ai quali fanno capo il 44,3% delle risorse, seguono i servizi It con il 20,5%, l’hardware con il 12,2%, il software con l’11,1%, i componenti per la realizzazione delle infrastrutture di rete con il 6,4%, i dispositivi per le comunicazioni a uso degli utenti finali con il 4,2% e i prodotti per l’ufficio con l’1,3%. Anche considerando il solo settore dell’Information technology relativo all’Unione europea, a 15 con l’aggiunta della Norvegia e della Svizzera, il dato relativo alla crescita, sem- pre per il 2006, risulta essere positivo: 3,6% e tende a crescere per il 2007 quando si prevede che tale percentuale toccherà il 4%. ?Si tratta di dati certamente migliori rispetto a quelli degli anni tra il 2001 e il 2003 quando vi furono crescite piatte o addirittura negative – dice Bruno Lamborghini, presidente di Eito nell’illustrare i dati -, ma siamo ancora lontani dai valori di fine millennio con la punta del 2000 quando la percentuale di crescita fu perfino superiore al 12%?.
Diverso l’andamento delle telecomunicazioni che crescono del 2,1% con una previsione in contrazione per il 2007 quando la crescita attesa si fermerà all’1,5%. Anche in questo caso il valore del 2000 (14,5%) appare assai lontano, ma si avverte uno scostamento con le dinamiche dell’Information technology dovuto soprattutto al fatto che le tlc vivono un momento di forte cambiamento: è finita la grande espansione della telefonia mobile e non si sono ancora affermati i nuovi modelli basati sul protocollo Ip che, in prospettiva, rappresentano la base di lancio di nuovi servizi e nuove modalità di offerta che le telecom più attente e dotate delle maggiori risorse e propensioni agli investimenti sapranno cogliere nel corso dei prossimi anni.
In sintesi, quindi, Eito rileva che fino al 2004 cresceva con ritmi maggiormente più sostenuti il settore delle tlc rispetto a quello dell’It, dal 2005 tale rapporto è ribaltato e la tendenza ne vede la conferma anche per il 2007.
Più nel dettaglio si rileva che l’hardware soffre nel 2006 con una contrazione dello 0,4% e tornerà a crescere leggermente (0,7%) nel 2007; i dispositivi per le comunicazioni crescono del 2,6% ma rallenteranno la corsa (1,9%) il prossimo anno. I servizi di comunicazione sono in frenata: 3% nel 2005, 2,5% nel 2006 e 1,7% nel 2007. Il software cresce bene nel 2006 con un incremento del 6,3% e ancora meglio il prossimo anno (6,5%). I servizi It si mantengono sia nel 2006 sia nel 2007 su una percentuale di sviluppo anno su anno del 5,4%. Il valore totale è in leggera flessione: 3,6% nel 2005, 3,1% nel 2006 e 2,9% nel 2007. Sicurezza, outsourcing, verticalizzazione, open source, web 2.0, soluzioni software a supporto di processi business e collaborazione, software come servizio, servizi It di nuova generazione, gestione real time, pervasive computing e mobilità sono le voci che Eito indica come quelle lunge le quali si evolve il settore nel corso del prossimo anno e oltre.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore