Le radici del data center

Mobility
0 0 Non ci sono commenti

Panduit rinnova cablaggi, cabinet e sistemi di messa a terra

In un data center conta anche una buona infrastruttura di cablaggio e di messa a terra. Panduit è coinvolta nell’offerta di questo tipo di soluzioni e in particolare in questa ultima parte d’anno ha messo a punto una serie di prodotti per il data center che coprono dal passaggio dei cavi, ai contenitori a rack e ad armadio fino alla messa a terra. In Panduit sottolineano la necessità che tutto sia progettato a regola d’arte e secondo le normative. Per questo la società evidenzia la sua stretta osservanza del normative Tia e le sue capacità di ricerca e sviluppo e le sue alleanza con i principali fornitori It, come Cisco, Hp, Apc, Ibm ed Emerson. A Chicago Panduit ha messo in funzione un sito di dimostrazione e controllo della fattibilità delle applicazioni.

Ogni dispositivo di un data center deve essere collegato ad un altro tramite cablaggi spesso multipli per assicurare ridondanza con distribuzione sia orizzontale che verticale. Il cablaggio va dunque anche gestito ed evolve con le esigenze delle risorse di rete e di tutto l’It.? Siamo come la Lego del cablaggio?, spiegano i responsabili di Panduit Italia.
D’altra parte anche il primo marchio come valore per il cablaggio richiede di essere presente sul mercato italiano con un partner affidabili in grado di lavorare in campo nella fase di progetto di una soluzione: l’assistenza e il supporto sui sistemi Panduit sono forniti da Edslan.

Per la parte di rete in particolare i rack dei data center devono contenere gli apparati e la connettività lasciando spazio per una corretta ventilazione e permettendo un facile accesso agli armadi. Con i nuovi Net-Access Panduit ha realizzato un armadio per le comunicazioni che fornisce una grande accessibilità alle connessioni di Lan e assicura una distribuzione ottimale dei flussi d’aria. Panduit ha messo mano anche alle soluzioni di messa a terra per data center con la soluzione Structured Ground nata per l’utilizzo su rack e cabinet e conforme alla normativa Tia /Eia 942.

Ma con l’evoluzione della rete verso il tutto Ip, anche il cablaggio diventa sempre meno passivo. Questo comporta di muoversi verso due direzioni, la gestione del cablaggio intelligente , dove Panduit offre il suo sistema Panview integrabile con i system manager di Ibm ( Tivoli) e Hp (Openview) e nuovi sistemi di cablaggio in grado di supportare data rate di 10 Gbps. Qui uno dei requisiti è la compliance con lo standard Ieee 802.3an. Il sistema Panduit su rame porta la sigla Tx6 10Gig.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore