Le Marche pongono fine al digital divide

Mobility
0 0 Non ci sono commenti

Grazie al progetto A9 Wireless, la banda larga è disponibile in una ventina
di comuni regionali non raggiunti dall’Adsl e altri 30 saranno collegati a breve

Gli abitanti di oltre venti Comuni delle province di Ancona e di Pesaro Urbino non raggiunti dall’Adsl oggi stanno usufruendo comunque di una connessione a banda larga. E in altri trenta Comuni marchigiani, dopo che è stato eseguito uno studio di fattibilità e sviluppato un Progetto Tecnico, si sta procedendo con la realizzazione delle installazioni di impianti per la copertura del territorio.

La fine del digital divide nelle Regione si deve a Sic1, società pubblica alla quale fanno capo oltre 80 Comuni di quattro Regioni italiane (Marche, Emilia Romagna, Veneto e Puglia), che ha coperto con il wireless un’ampia porzione di territorio.
?La strada è stata lunga e spesso difficile ? afferma il direttore generale di Sic1 Stefano Ricci ? abbiamo incontrato una miriade di ostacoli, ma ogni problema è stato risolto. Nel corso di questi mesi sono state coinvolte non solo le Pubbliche Amministrazioni e le aziende leader del settore, ma anche i singoli cittadini?.

Anche i sindaci dei primi venti Comuni marchigiani a disporre della banda larga grazie al wireless si sono mostrati orgogliosi del compimento del progetto. Sottolineano infatti che, oltre a essere un ?fiore all’occhiello? per la regione, A9.Wireless ha risposto a un’esigenza del territorio e ha coinvolto sia le Pubbliche Amministratori sia, soprattutto, i cittadini e gli imprenditori estremamente sensibili al buon funzionamento della rete.

?La progettazione e l’implementazione dell’infrastruttura wireless ? precisa Stefano Ricci ? non sono state realizzate con l’utilizzo di fondi pubblici ma con investimenti in proprio del capitale e delle risorse di Sic1. Questo ci consente di inquadrare il progetto come unico nel suo genere e per i risultati conseguiti?.

Dopo le Marche, Sic1 porterà il wireless nell’Emilia Romagna, in Sicilia e in alcuni paesi alpini: sono oltre 700 le richieste di replica del progetto A9.Wireless pervenute da ogni parte d’Italia.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore