Le due anime del nuovo Centrino

Mobility
0 0 Non ci sono commenti

Doppia declinazione , Centrino Duo e Centrino Pro, per la nuova piattaforma
di mobilità di Intel

Doppia declinazione , Centrino Duo e Centrino Pro, per la nuova piattaforma di mobilità di Intel. Come Network News ha anticipato, nelle sue componenti di base la piattaforma si compone di un processore mobile dual core (Core 2 Duo) in tecnologia da 65 nm e front bus a 800 Mhz, di un nuovo chipset con engine grafico, di un modulo di comunicazione wireless opzionale secondo lo standard 802.11n (ancora in draft e con versione definitiva per il 2008) e di un modulo di memoria flash collegato al bus che porta il nome di Turbo Memory, ed è nato per migliorare le prestazioni del sistema , in particolare di Vista ,e per evitare i rallentamenti dovuti agli accessi ripetuti alle unità a disco.
Obiettivo di progetto: realizzare sistemi che consumino come il precedente Centrino, già dotato di Cpu Dual core, e propongano prestazioni più interessanti.

Nella versione Pro (per le aziende e non per i consumatori) Intel integra un collegamento di rete a 1 Gbps, e il supporto della gestione remota già presente nella piattaforma Vpro per i desktop. Ma a condizione che il Bios supporti la tecnolgia Amt. Si tratta di rendere più semplice la gestione delle flotte aziendali di notebook: sotto certe condizioni (alimentazione attiva, assenza di Vpn,?) Vpro e Amt lavorano per far ripartire un macchina bloccata, installare patch e tool di sicurezza. Il tutto a distanza e senza muover personale.

Intel dichiara di aver 230 costruttori impegnati nella nuova piattaforma. Oltre ai tradizionali grandi vendor internazionali spuntano i nomidi alcuni produttori italiani : Comex (linea Polaris), Elettrodata( linea Nevada), Ergo ( Darwin MyBrand), Olidata.
In comune per tutti, italiani ed esteri , la promessa di notebook con la versione Pro dopo l’estate, quando Intel dovrebbe rendere disponibile anche la Turbo Memory.
Nel prossimo anno si prevede l’ingresso anche del Wimax all’interno della piattaforma Centrino con una certa garanzia di interoperabilità con le soluzioni dei costruttori di infrastrutture di rete basate sullo stesso standard. Ora, e fino alla fine dell’anno, per Intel la battaglia con Amd passa sul fronte delle Cpu quad core per server.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore