La potenza di M6300 ne fa un mobile quasi desktop

Mobility
0 0 Non ci sono commenti

Dell rafforza la gamma di workstatipon Precision con un modello
tecnologicamente aggiornato in termini di processore, monitor e dischi.

Si aggiorna la linea di workstation mobili Dell: la società texana, infatti, rinnova l’offerta con una nuova piattaforma motorizzata Centrino, con schermo da 17 pollici, sei porte Usb e supporto degli standard Wlan 802.11 a/g nonché la versione draft-n.

Evoluzione del Precision M90, il nuovo portatile è siglato M6300, che si affianca al Precision M4300 rilasciato all’inizio dell’anno. La mossa ha il suo perché: sebbene Dell durante l’ultimo anno abbia preso terreno rispetto a Hewlett-Packard, nell’area delle workstation mobile ha ancora un certo predominio, detenendo addirittura un 46% del mercato nel primo quadrimestre del 2007 (fonte Idc).

Basato su un chipset Intel Gm965 o Pm965, a seconda della configurazione, Precision M6300 monta processori Intel Core 2 Duo T7300 a 2.0GHz, T7500 a 2.2GHz e T7700 a 2.4GHz. Tutte le varianti offrono una cache da 4Mb di livello 2 e Fsb (Front side bus) a 800 Mhz. La memoria massima, invece, potrà raggiungere gli 8Gb su banchi Ddr2 a 667MHz.

L’equipaggiamento grafico comprende una scheda Nvidia Quadro Fx 1600M con 256Mb di memoria dedicata e un chip set Intel 965Pm Express, che rendono la soluzione ideale anche per applicazioni Cad o per la creazione di contenuti digitali tramite applicazioni dedicate. Lo schermo Lcd potrà essere configurato con una risoluzione Wxga+ (1440×900), Wuxga TrueLife (1920×1200) o Wuxga (1900×1200), quest’ultima su un display di tipo opaco. Dotato di un’unità ottica Blue Ray Disc, il Precision M6300 riproporrà la stessa dotazione di interfacce e connessioni di rete del suo predecessore Precision M90. Dell, inoltre, propone un Hhd (hybrid hard drive) opzionale con cache memory da 1 Gb.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore