Infoblox mette tutti servizi di rete in un’appliance

Mobility
0 0 Non ci sono commenti

L’azienda si rivolge ai network administrator che lavorano in ambiente Windows e devono gestire un grande traffico Ip.

Sono circa due anni che, in maniera discreta ma con buoni risultati, Infoblox opera in Italia. La sua proposta tecnologica, rivolta alla razionalizzazione dei servizi di rete, ha suscitato una certa attenzione e oggi, a detta del country manager Alberto Filisetti, già un centinaio di clienti ne fanno uso, a cominciare da Vodafone, per proseguire con nomi come Esselunga, Electrolux, Monte Paschi di Siena e Banca Antonveneta, fra gli altri. “In una rete aziendale – speiga Filisetti – i servizi core si pongono fra applicazioni e infrastruttura e comprendono tecnologie standard, come Dns, Dhcp, Ipam e Tftp/Http, ma spesso gestiti nelle aziende in modo disordinato e con server dedicati. Noi proponiamo un’appliance che li raccoglie tutti e consente di gestirli in modo centralizzato, creando un’infrastruttura più solida”.

Infloblox è Gold Certified partner di Microsoft e quindi lavora soprattutto negli ambienti Windows, dove non esiste, fra l’altro, un Ip address management. Proprio per questo, l’azienda ha appena annunciato il lancio del sistema Ipam WinConnect, un’applicazione pensata per il nuovo sistema operativo Windows Server 2008: “La soluzione – aggiunge Filisetti – mette a disposizione degli amministratori, in tempo reale, un’ampia gamma di informazioni sugli indirizzi Ip prima impossibili da acquisire con strumenti fatti in casa o fogli elettronici”.

Secondo Infoblox, gli It manager che incorporeranno l’applicazione nei loro rollout di Windows Server 2008 avranno maggiori opportunità di combattere “la crescente sfida della gestione Dns-Dhcp dovuta al crescente numero e alla varietà di nuovi dispositivi che vengono aggiunti costantemente alle reti Ip aziendali”, ha spiegato Karl Driesen, vicepresidente delle vendite Emea. Usando il sistema Ipam WinConnect in abbinamento con Windows Server 2008, gli It manager possono gestire Dns, Dhcp e Ipam su una singola console centralizzata, attraverso un’intuitiva interfaccia Web-based, che offre una rappresentazione grafica e gerarchica della mappa Ip. Il sistema fornisce anche dettagliati audit log per le società che hanno bisogno di adeguarsi a specifiche normative.

Infoblox ha annunciato anche un accordo con Riverbed, che porta alla disponibilità di una gamma di appliance destinata all’implementazione in remoto di servizi solitamente centralizzati a livello core, come i citati Dns, Dhcp, Ipam e Radius. La soluzione nasce dalla combinazione fra il software Virtual Appliance di Infoblox e le appliance della serie Steelhead di Riverbed, dedicate ai servizi Wds (Wide Area Data Service).

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore